Notizie Primo Piano Attualità Brevi

Storie di Natale: chi prepara il presepe e chi ruba pastori

Hanno allestito appena la prima parte del presepe nell’atrio della casa comunale e dopo solo 24 ore si contano i pastori mancanti. Rubati? Presi in prestito? Nella inciviltà, nella scorrettezza, nel continuo regresso sociale stavolta a farne le spese è stato il presepe artigianale dell’associazione “Terravecchia  l’arte del presepe”. Costato tanto lavoro, realizzato ed allestito con particolari artistici davvero curati con estrema attenzione. Pastori fatti a mano, abiti creati con dettagli unici. Ebbene, pastori che devono essere piaciuti così tanto che qualcuno ha pensato bene di toglierli dalla raffigurazione e metterseli in tasca. Il “bene comune” a Sarno diventa anche questo. Qualcosa da sottrarre laddove forse il controllo non è sufficiente, qualcosa da portare via perché è a portata di mano, qualcosa da razziare e da vandalizzare. Dove finisce il senso civico ed inizia il senso di violazione non c’è sorveglianza che tenga. Si fanno i conti quotidianamente con la mancanza di rispetto degli spazi comuni, dei luoghi pubblici. A perde è sempre il senso di appartenenza alla comunità. Anche stavolta, abbiamo perso tutti.

Articoli correlati

Rissa tra rom: uomini si feriscono a bottigliate e donne si pestano

Redazione

Mercede: “Subito una commissione tecnico – scientifica”

Redazione

Coronavirus Campania: i dati aggiornati al 27 luglio

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accetta Leggi

Privacy & Cookies Policy