Attualità Brevi Primo Piano

Storie di Natale: chi prepara il presepe e chi ruba pastori

Hanno allestito appena la prima parte del presepe nell’atrio della casa comunale e dopo solo 24 ore si contano i pastori mancanti. Rubati? Presi in prestito? Nella inciviltà, nella scorrettezza, nel continuo regresso sociale stavolta a farne le spese è stato il presepe artigianale dell’associazione “Terravecchia  l’arte del presepe”. Costato tanto lavoro, realizzato ed allestito con particolari artistici davvero curati con estrema attenzione. Pastori fatti a mano, abiti creati con dettagli unici. Ebbene, pastori che devono essere piaciuti così tanto che qualcuno ha pensato bene di toglierli dalla raffigurazione e metterseli in tasca. Il “bene comune” a Sarno diventa anche questo. Qualcosa da sottrarre laddove forse il controllo non è sufficiente, qualcosa da portare via perché è a portata di mano, qualcosa da razziare e da vandalizzare. Dove finisce il senso civico ed inizia il senso di violazione non c’è sorveglianza che tenga. Si fanno i conti quotidianamente con la mancanza di rispetto degli spazi comuni, dei luoghi pubblici. A perde è sempre il senso di appartenenza alla comunità. Anche stavolta, abbiamo perso tutti.

Articoli correlati

Incendia ponte del lungofiume, ripreso da telecamere ed identificato

Redazione

La Sarnese si ferma a Cava

Redazione

Risarcimenti frana, il Comune salvo dal dissesto. Le ultime sentenze parlano chiaro…

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy