“Ha la tubercolosi”, resta in corsia per 15 ore. Chiesto intervento dei carabinieri

Redazione
Da Redazione dicembre 7, 2018 11:00

“Ha la tubercolosi”, resta in corsia per 15 ore. Chiesto intervento dei carabinieri

Sospetta tubercolosi e nessuna possibilità di ricovero, uomo di 45 anni resta su una lettiga del pronto soccorso per oltre 15 ore tra lo sgomento dei presenti. Nessun posto letto e gli operatori hanno addirittura richiesto l’intervento dei carabinieri per il trasferimento. Proteste anche da parte degli altri degenti che, nel timore di una infezione, hanno preferito lasciare l’ospedale di Sarno per recarsi in un altro nosocomio. Soprattutto persone che erano arrivate al pronto soccorso con i loro bambini. Una situazione davvero al limite quella che si è dovuta fronteggiare con estrema difficoltà dalla tarda serata di mercoledì e fino alla mattinata di ieri.

Nessuna possibilità di trasferimento presso il reparto malattie infettive di un altro ospedale, nessun posto letto disponibile. L’uomo è arrivato al pronto soccorso con febbre e tosse con presenza di sangue. Una condizione che ha fatto allarmare gli operatori sanitari i quali, sospettando una forma di tubercolosi, hanno subito richiesto il trasferimento per ulteriori accertamenti. Un trasferimento che, però, è stato possibile effettuare, da quanto denunciato, solo dopo oltre 12 ore. Una intera notte passata in pronto soccorso e della vicenda sono state informate anche le forze dell’ordine. 

Redazione
Da Redazione dicembre 7, 2018 11:00

Seguici su…