Castellamare di Stabia Napoli

Spiaggia invasa da galline morte provenienti dal fiume Sarno

Spiaggia invasa da galline morte provenienti dal fiume Sarno

Castellammare, spiaggia invasa da galline morte, pneumatici, fusti e rifiuti provenienti dal Sarno. 
La denuncia del Consigliere Regionale Francesco Emilio Borrelli di Europa Verde:
 
“Servono controlli e condanne severe per contrastare gli scarichi illeciti. Dobbiamo tutelare le nostre spiagge, i mari ed il turismo.”
 
 
Galline morte, copertoni, fusti, cassette di plastica e rifiuti vari. È questa la situazione, denunciata da diversi cittadini al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, sulla spiaggia del Lungomare di Castellammare di Stabia nel tratto di Corso Garibaldi.
 
 
“La sitauzione dei nostri mari e delle nostre spiagge, beni preziosissimi, diventa sempre più preoccupante ed è per questo che da tempo che chiediamo allerta massima e un monitoraggio costante della qualità delle acque e delle spiagge. Combattere l’inquinamento ed il ‘maltrattamento’ delle nostre aree balneari vuol dire tutelare non solo l’ambiente ma anche il settore turismo dal quale si può e si deve ripartire per risollevare la nostra economia messa a durissima prova dalla pandemia.” – spiega il Consigliere Borrelli.

 

Tutto arriva dal fiume Sarno

“Il mare restituisce ciò che ci viene buttato dentro e Castellammare subisce ciò che arriva dal Sarno dove ci sono tanti sversamenti abusivi e tanti terreni. Antonella Starace, militante di Europa Verde, ed il suo gruppo di lavoro di Legambiente stanno ripulendo l’arenile e ci hanno trovato di tutto. Ora si sta lavorando per incanalare le acque nel depuratore, si è a buon punto ma occorre risolvere il problema a monte. Servono maggiori controlli e pene severe per gli abusivi che scaricano nel fiume”- le parole di Marilena Schiano Lo Moriello e di Elena Marini di Europa Verde di Castellammare di Stabia.

IL VIDEO

 

Articoli correlati

Filippo, morto a 19 anni: è tra le vittime più giovani per Covid

Redazione

Kalid perde il permesso di soggiorno sul bus: impiegato lo ritrova e lo restituisce

Redazione

Terzigno, carabiniere prende a calci un ragazzo per aver violato coprifuoco

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accetta Leggi

Privacy & Cookies Policy