Sarno Notizie
Notizie Primo PianoSalernoSarno

Sarno, Duro scontro. Canfora risponde a Villani: “Proposte che danneggiano la città e l’ospedale”

Il sindaco di Sarno risponde alla deputata dei 5stelle Virginia Villani:“Proposte che danneggiano la città e l’ospedale”

In riferimento alle esternazioni dell’Onorevole Villani, in qualità di Sindaco e di medico, posso assicurare che, in nessuno degli incontri istituzionali svoltisi in questi giorni, sono state rivolte accuse ai miei colleghi che stanno dimostrando grande responsabilità, sopportando turni estenuanti non solo nei loro reparti ma anche nel Pronto Soccorso.

Non lo avrei mai permesso, conosco il loro valore e la loro professionalità. Ho sempre difeso i miei colleghi anche da chi, nella precedente campagna elettorale, li definì “scartine”. Proprio per questa motivazione ho chiesto un aumento dei medici al Pronto Soccorso, anche con la procedura di mobilità di urgenza, affinché i colleghi degli altri reparti possano tornare alle loro funzioni.

Tali affermazioni non apportano alcun beneficio e sicuramente non miglioreranno la situazione dell’ospedale.

E’ stato solo sottolineato che diversi colleghi sono stanchi ed affaticati per cui preferiscono trasferirsi in altri nosocomi, in cui possono dedicarsi alla loro specializzazione.

La mia preoccupazione è che l’approssimarsi della campagna elettorale faccia perdere di vista l’obiettivo fondamentale, che è quello di migliorare le prestazioni del nostro ospedale.

Duro scontro. Canfora risponde a Villani: “Proposte che danneggiano la città e l’ospedale”

 

 

 

Articoli correlati

Sarno. Addio a Pasquale Franco. Operatore sanitario stroncato da un infarto in reparto

Redazione

Orrore: brucia la Pineta Voscone. Le fiamme devastano Sarno

Redazione

Falsi poveri? Indagini a Sarno sui “reddito zero”. Arriva la Finanza

Redazione

Maxi operazione dei carabinieri: perquisizioni e arresti all’alba nel salernitano

Redazione

Scontro tra Forza Italia e Fratelli d’Italia. Aliberti attacca tutti

Redazione

‘O cunto – “Dateme ‘na carta di pere e ‘o muss”

Redazione