Notizie Primo PianoSarnoSalerno

Sarno, la Villani chiede il commissariamento dell’ospedale Martiri del Villa Malta

Le deputate del MoVimento 5 Stelle Virginia Villani e Silvana Nappi chiedono di avviare l’iter per commissariamento dell’ospedale di Sarno

“Con l’ASL che è sorda ai nostri appelli e di fronte a interventi che tendono a scaricare le responsabilità sui medici definiti “fannulloni”, non ci resta altra scelta che cambiare passo: chiederemo di avviare l’iter per il commissariamento dell’ospedale di Sarno! È l’unico strumento che abbiamo, a stretto giro, per risolvere le criticità organizzative e gestionali del nostro Presidio e scongiurarne la chiusura”: così le Deputate del MoVimento 5 Stelle Virginia Villani e Silvana Nappi della Commissione Affari Sociali – Sanità che intervengono nuovamente sul rischio collasso dell’ospedale di Sarno.

Inoltre, dopo aver incontrato il Prefetto, lunedì 25 luglio 2022, alla presenza del sindaco e dei vertici ospedalieri, la Deputata Villani ancora non ha ricevuto riscontri.
La stessa audizione in Commissione Trasparenza della Regione Campania organizzata dal consigliere Nunzio Carpentieri che ringraziamo, a cui  hanno partecipato alcuni amministratori locali e il Direttore Sanitario, ha evidenziato ancora una volta la mancanza di volontà dei vertici regionali di risolvere il problema. All’audizione, infatti,  mancava il Direttore Generale dall’Asl Salerno e l’assessore alla sanità regionale.


Nei giorni scorsi, le Deputate pentastellate hanno  presentato una nuova interrogazione sul tema:
“Con la presentazione dell’interrogazione 4-12670, non certo la prima da inizio legislatura, chiediamo nuovamente al Ministero della salute, e per gli affari regionali e le autonomie di potenziare e salvaguardare il funzionamento dell’ospedale Martiri del Villa Malta di Sarno.

A prescindere  di quale sia la situazione politica nazionale attuale, un’interrogazione resta agli atti e a breve avrà una risposta ufficiale su cui vi aggiorneremo” spiega la Deputata Villani “La battaglia prosegue accanto al “Comitato Insieme per la Salute” e alla cittadinanza, che ringraziamo per l’egregio lavoro, senza mirare a riconoscimenti o medaglie, ma nell’esclusivo interesse dei cittadini: sul diritto alla salute di un’intera comunità non possiamo tollerare evidenti passerelle elettorali o faziose interpretazioni del problema, è necessario lottare in un unico fronte. Bisogna agire concretamente, con proposte fattive come quelle che ho presentato nelle sedi opportune e non certo in riunioni fiume senza contraddittorio in cui addirittura qualche dirigente si permette  di puntare l’indice contro i medici definendoli incapaci o ‘fannulloni’”.


Articoli correlati

Discarica di veleni sequestrata grazie all’azione congiunta di Ente Parco, Wwf e carabinieri

Redazione

Carabinieri regalano cellulari ai bimbi della pediatria: “Contatti con familiari e scuola”

Redazione

Reflui nel fiume Sarno: denunciato imprenditore

Redazione

Uomo ruba autoradio ed il giudice lo punisce così…

Redazione

Ospedale Sarno – Troppe aggressioni, i medici chiedono più vigilanza

Redazione

Natale bello ed economico tra presepi e regali! Retrò ti dice come…

Redazione