Cronaca Primo Piano

Rapine e furti, bottino ritrovato a Sarno in un’azienda

Sono ritenuti responsabili – a vario titolo – di rapina aggravata dall’uso delle armi e furti aggravati dalla violenza sulle cose in abitazioni e aziende del Nolano 7 persone di età compresa fra i 20 e 54 anni a cui stamattina i carabinieri hanno notificato 6 misure di custodia cautelare in carcere e 1 agli arresti domiciliari emesse dal GIP del Tribunale di Nola. 

L’indagine scaturisce dalla denuncia di rapina subita da un bengalese: nel febbraio 2019, due persone, dopo aver tagliato la strada alla vittima in bicicletta, con la minaccia di una pistola si fecero consegnare il borsello contenente 50 euro e documenti personali. Dai successivi accertamenti è emersa un’intensa attività predatoria a carico degli arrestati nei mesi di maggio e giugno 2019.

Fra gli episodi documentati c’è anche un furto in un’abitazione di Ottaviano, dove vennero rubate poltroncine, vetrina/frigorifero per bibite e stoviglie per circa 2.000 euro e due furti in aziende manifatturiere di Piazzolla di Nola e Poggiomarino, dove i ladri, per entrare, fecero un foro nella parete esterna delle ditte causando, per ciascun episodio, un danno di circa 10.000 euro.

L’intera refurtiva sottratta a Poggiomarino (8 bancali su cui erano stati imballati 744 contenitori del tipo pouf in tessuto), è stata poi trovava a Sarno, in un’azienda dolciaria, il cui titolare è stato denunciato per il reato di ricettazione.

Articoli correlati

Buongiorno con le notizie del giorno

Redazione

Fiume Sarno invaso dai rifiuti. Video terribile!

Redazione

Voliere lager, blitz dei carabinieri. Sequestri e denunce

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy