Brevi Cronaca Primo Piano

Presenta certificati del medico, ma in realtà va a rubare

Doveva firmare al commissariato di polizia tre volte alla settimana, in ragione di una misura disposta dal tribunale di Rieti, per un furto commesso in quella stessa città. Ma aveva presentato una serie di certificati medici, per giustificare le sue continue assenze, che attestavano una grave patologia polmonare. Da una rapida indagine, la polizia aveva scoperto però che l’uomo era andato a rubare di nuovo, all’Università di Fisciano. E per più volte. Per Vincenzo Bevilacqua, 35enne di Nocera Inferiore, è stata data esecuzione ad un aggravamento della misura coercitiva, all quale era sottoposto, con il regime degli arresti domiciliari firmato dal gip. L’uomo si trova in carcere per altri fatti, e cioè per aver rubato decine di volte al campus di Fisciano, armato di piccone, negli ultimi mesi del 2018. Noto per precedenti predatori, la sezione investigativa della polizia aveva incrociato i dati relativi ad alcuni furti perpetrati all’interno della facoltà di Ingegneria di Salerno, riscontrando una sovrapposizione di date tra l’inabilità per la firma al commissariato e la commissione dei furti. Il provvedimento è stato notificato al 35enne in carcere, per la successiva applicazione al termine della custodia cautelare. Per l’inchiesta sui furti al campus, la sezione p.g. della polizia aveva incastrato l’uomo attraverso dei frame video (oltre che grazie ad una serie di impronte) utilizzando il sistema di riconoscimento immagini “SARI”, che grazie ad un algoritmo consente un rapido confronto delle immagini video delle telecamere di sorveglianza, quelle dell’università, con le foto segnaletiche presenti nella banca dati della polizia scientifica.  

Fonte Il Mattino

Articoli correlati

Migrante Aggredito – Il sindaco Canfora: “Un fatto gravissimo. Sarno è contro ogni razzismo ed intolleranza”

Redazione

Rapinavano coppie in intimità in auto. Arrestati

Redazione

Colpo di scena: il Savoia esonera Gigi Squillante

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy