Attualità Primo Piano

Carenze idriche a Episcopio arrivano le nuove condotte

Acqua col contagocce e condutture obsolete; carenze idriche nelle periferie, decine di segnalazione e denunce da parte dei cittadini. Circa 300mila euro investiti da Gori per rimodernare e risolvere la criticità ad Episcopio, dove il circuito delle acque ha risentito anche della frana del 1998. Danni e condutture deteriorate dal tempo che di fatto hanno creato forti disagi con picchi di gravi mancanze nei periodi estivi. Una vicenda annosa, quella legata agli interventi necessari alle strutture idrauliche in città, con problemi strutturali tra i più importanti rilevati nelle aree servite dalla centrale di Mercato Palazzo in via San Giovanni. Tutta la zona di Episcopio, a ridosso del monte Saro e del Saretto, è stata nell’ultimo periodo oggetto di verifiche e sopralluoghi, nonché di lavori globali sulle condotte; le stesse toccate e rese poco efficienti dalla frana di 20 anni fa. Le opere messe in atto, frutto della sinergia tra il Comune, con l’assessorato alla manutenzione, e Gori, oggi riescono a dare una garanzia sulla efficienza del servizio.

Gaetano Ferrentino, assessore alla manutenzione del comune di Sarno, ha sottolineato l’importanza del piano di lavoro piuttosto complesso che è stato realizzato nell’ultimo anno e consegnato una settimana fa. «Finalmente possiamo dire che le carenze idriche annose nella frazione di Episcopio sono state eliminate. Di concerto, l’assessorato alla manutenzione e la Gori, da circa un anno, hanno messo in campo azioni mirate alle strutture. Gori ha investito somme rilevanti sia sulla centrale Mercato Palazzo dalla quale arriva buona parte dell’acqua della frazione, sia sulle tubazioni e sugli organi di manovra, ricostruendo un circuito idraulico provato anche dalla frana. È stato tutto ricensito e rimodernato. Le attività sono terminate circa una settimana fa, durante la quale sono state effettuate manovre di riequilibrio delle pressioni. Nella parte alta di Episcopio, finalmente si riescono a soddisfare gli standard di qualità. È una attività che risolve i disagi denunciati dai cittadini, soprattutto nel periodo estivo».

Articoli correlati

Gragnano-Sarnese 0-2. Tre punti fondamentali

Redazione

Pirateria audio-visiva internazionale: affari per oltre 1 milione, nei guai  2 sarnesi

Redazione

Sarno: “no” all’acqua privatizzata e tariffe più basse

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy