Cronaca Primo Piano

Biogas, ancora malori. Refertato bimbo di 10 anni

Ancora malori e sotto accusa di nuovo la centrale di biogas.

Ennesima notte difficile per i residente della zona di Foce a Sarno. Un bimbo di 10 anni è stato trasportato alla guardia medica a causa di bruciore agli occhi ed alla gola, così un uomo di 43 anni. “Inalazione di natura imprecisa” così i medici. 

Solo pochi giorni fa erano stati registrati malesseri tra adulti e bambini e sul posto era intervenuta la polizia di stato. 

Miasmi ed esalazioni segnalate soprattutto di notte, una condizione di totale invivibilità della zona. 

A quanto pare la centrale con due impianti continuerebbe a lavorare nonostante l’ordinanza sindacale di sospensione. 

Esposito in Procura presentato ieri dal sindaco Giuseppe Canfora, con l’assessore all’ambiente Roberto Robustelli, l’assessore ala Governo de Territorio, Eutilia Viscardi.

I cittadini si sono riuniti in comitato, pronti a dare battaglia perchè la centrale interrompa definitivamente l’attività e si attenga alle prescrizioni del caso per porre fine alle numerose criticità registrate quotidianamente che hanno portato all’esasperazione i cittadini sarnesi. “Tutela della salute” , invocano i residenti della zona. 

 

Articoli correlati

La Sarnese perde severamente con l’Altamura.

Redazione

Fiumi di droga sulla Valle dell’Irno: blitz nella notte, nove arresti

Redazione

San Valentino Torio: Sfregiata e razziata la sede della protezione civile

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy