Sarno Notizie
CronacaNotizie Primo PianoSarno

La tragedia di Michele: un mese tra pronto soccorso, ricoveri, dimissioni ed accertamenti

Le indagini della procura di Nocera Inferiore che ha aperto un fascicolo sulla vicenda

La morte di Michele Annunziata il 14 enne di Sarno è piena di interrogativi. Le indagini della procura di Nocera Inferiore che ha aperto un fascicolo sulla vicenda mirano a chiarire anzitutto le cause del decesso ed eventuali responsabilità tra i due ospedali nei quali il ragazzo è stato condotto. Sequestrate già ieri le cartelle cliniche del  Martiri del Villa Malta di Sarno e dell’Umberto I di Nocera Inferiore.  Sarà l’autopsia a far luce sulle tante ombre intorno alla tragedia. Si indaga su presunti ritardi, omissioni negli accertamenti sanitari nei due ospedali.

In queste ore si sta ricostruendo  l’ultimo mese  di vita dello studente sarnese, tra accessi in pronto soccorso e ricoveri. Dalle prime risultanze sembra che Michele Annunziata sia arrivato all’inizio di febbraio al pronto soccorso di Sarno con dolori addominali. Dagli accertamenti sarebbe stato rilevato un problema alle vie urinarie. Ne sarebbe seguito un ricovero e poi le dimissioni.

Poi il giorno 22 febbraio il ragazzo sarebbe arrivato di nuovo in pronto soccorso a Sarno con episodi violenti di vomito e le dimissioni con una cura domiciliare. Nella serata di sabato ancora un malore che ha portato il ragazzo a ricorrere al pronto soccorso di Nocera Inferiore. Tra i sintomi riferiti anche una forte emicrania da diversi giorni.
Un giorno in Obi e poi ricoverato in neurochirurgia all’ospedale nocerino.

Un quadro clinico precipitato all’improvviso fino al drammatico epilogo nel letto dell’ospedale nocerino nel reparto di neurochirurgia.  La direzione degli ospedali non si pronuncia in merito anche in virtù delle indagini in corso.
La morte drammatica ed improvvisa di Michele Annunziata, studente al primo anno dell’Itis di Sarno, ha gettato nel dolore e nello sgomento l’intera comunità di Sarno.

Una notizia terribile che in pochi minuti ha fatto il giro della città. Una famiglia molto conosciuta quella di Michele, il papà Francesco e la mamma Luisa. Chiedono verità e giustizia i genitori. Vogliono capire cosa sia successo in questi giorni di accessi in pronto soccorso e ricovero.

Articoli correlati

In auto con droga e pistola, tentano di forzare posto di blocco: arrestati 

Redazione

La Sarnese si ferma a Cava

Redazione

Covid: Coldiretti,4 mln di poveri rischiano di non avere cibo a Natale

Redazione

Si lancia nel vuoto. Il dramma di una donna di Sarno

Redazione

Tamponamento a catena sulla variante

Redazione

Mamma con le figlie piccole investite da auto. Si indaga

Redazione