Sarno Notizie
Notizie Primo PianoSport

Angelo Crescenzo Argento a Salisburgo Nella Premier League Di Karate

Angelo Crescenzo argento nella tappa di Salisburgo della Karate1 Premier League. Nella nuova tappa di avvicinamento alle Olimpiadi, il karateka di Sarno si è arreso in finale al macedone Emil Pavlov.

Match tiratissimo quello di finale, terminato sul punteggio di 5-4 per Pavlov. Crescenzo ci era arrivato dopo aver eliminato, nell’ordine, il lettone Kalvis Kalnis, il macedone Fahik Veseli, il russo Evgeny Plakhutin e il turco Eray Samdan.

Un bel po’ di rammarico per il giovane atleta cresciuto nello Shirai Club San Valentino, diretto dal maestro Antonio Califano. Sarebbe stato un bis davvero notevole, dopo la vittoria di due settimane fa nella tappa di Dubai della Premier League.

Angelo Crescenzo argento a Salisburgo, ma Tokyo non è lontana

Tuttavia, Crescenzo ha incamerato punti importantissimi nel ranking di qualificazione a Tokyo 2020. L’appuntamento a cinque cerchi sarebbe un traguardo storico per Sarno e l’intero Agro Nocerino Sarnese. E per conquistarlo, ci sono ancora due tappe di Premier League a disposizione.

Prossima fermata in Marocco. La capitale Rabat ospiterà infatti il nuovo step dal 13 al 15 marzo prossimo. Saranno giorni di allenamento intensissimi per Angelo Crescenzo, pronto a giocarsi con grandi motivazioni tutte le proprie carte per andare a medaglia. Magari per conquistare quella più preziosa, mancata per un soffio nel pomeriggio di oggi, sul tatami di Salisburgo in Austria.

Articoli correlati

Sarno, 105 positivi Covid. Appello di sindaco e medici: “Necessario vaccinarsi”

Redazione

Coronavirus- Prima vittima a Sarno. Dolore e lacrime nella comunità sarnese

Redazione

Vicesindaco preso a pugni. L’aggressione in pieno centro

Redazione

VIDEO | Protezione Civile: volontari formati, ma mezzi insufficienti Paradosso nella città della frana

Redazione

La vita dell’artista Anna Crescenzi. Il docufilm potente e commovente al De Lise di Sarno

Redazione

Coppa Italia a Sarno, scoppia la guerriglia. Polizia con lacrimogeni

Redazione