Campania Notizie Primo Piano Cronaca Napoli Salerno

Veleni sversati nel Sarno imprenditori condannati

Scarichi inquinanti sversati nel fiume Sarno: condannati i primi due imprenditori.

Ieri la prima sentenza di condanna per inquinamento ambientale nell’ambito dell’inchiesta «Rinascita Sarno», che vede impegnate in prima linea tre Procure: Torre Annunziata, Nocera Inferiore ed Avellino.

Il giudice del tribunale oplontino Carmela De Simone ha condannato due imprenditori alla pena di tre anni e quattro mesi di reclusione e 70mila euro di multa. Una pena che non si scosta molto dalla richiesta avanzata dalla Procura a quattro anni di reclusione.

Nel corso delle indagini coordinate dalla Procura di Torre Annunziata e condotte dai carabinieri del Gruppo per la Tutela Ambientale di Napoli, era emerso che la ditta nonostante i precedenti sequestri continuava a lavorare di notte, scaricando reflui industriali altamente tossici nel canale Bottaro, uno degli affluenti del Sarno che alimenta l’irrigazione agricola sulle sponde del fiume.

 

Articoli correlati

Risarcimento vittime frana, a Draghi l’Sos di Canfora

Redazione

Raid vandalico al Palazzetto dello Sport. “Atto vergognoso”

Redazione

De Luca: “Nomino subito il vice, un nome che vi farà sognare”

Redazione

Gli auguri di Sarno di Buon #2016

Redazione

No a Draghi. Luisa Angrisani: “No Governo con chi ha rovinato il Paese”

Redazione

VIDEO | Amministrative Angri – Lettera anonima, Pasquale Mauri denuncia in Procura

Redazione