Sarno Notizie
CronacaNapoli

San’Antonio Abate: bruciò vivo il fratello per incassare la polizza vita: condannato all’ergastolo

Aveva ucciso il fratello bruciandolo vivo al solo scopo di incassare i soldi della polizza vita

Il cadavere semicarbonizzato dell’uomo fu ritrovato in una strada di campagna. Il fratello lo aveva convinto a stipulare un’assicurazione per 400 mila euro.

Con questa accusa Antonio Martone, di Sant’Antonio Abate, è stato condannato all’ergastolo. Il cadavere semicarbonizzato di suo fratello Domenico fu ritrovato in una strada di campagna al confine con Lettere la sera del 30 marzo 2022.

Le indagini, condotte dai carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia e coordinate dalla Procura di Torre Annunziata, hanno portato al delitto consumato in ambito familiare. 

 

 

Articoli correlati

Tragico incidente sul lavoro a Somma Vesuviana: morto 58enne

Redazione

“Jemila e Rosario, seppelliteli accanto” . Lo strazio del papà

Redazione

Striano, furto in una villetta: ripresi dalle telecamere

Redazione

Investe il vicino e racconta: “Mi ha puntato una pistola”

Redazione

San Valentino Torio, sequestrata un’autofficina

Redazione

Spacciatore e ladro di Nutella arrestato. Lo strano caso…

Redazione