Brevi Cronaca Primo Piano

Esalazioni nauseabonde: cittadini al pronto soccorso

Esalazioni maleodoranti, malori in periferia a Sarno e corse al pronto soccroso. Uomo perde i sensi in strada, soccorso e trasportato in ospedale. Arrivano anche i carabinieri. E’ durissima la denuncia dei residenti della zona di Lavorate a Sarno che chiedono controlli su tutta l’area per capire da dove provengano le emissioni che da mesi stanno costringendo diverse persone a ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso, sia di giorno che di notte, per problemi respiratori.
E’ accaduto di nuovo con un uomo colto da malore in strada. “Stanotte è accaduto ad un mio caro amico e vicino di casa  – ha raccontato Marika Sirica con la sua denuncia sulle piattaforme social – Avvicinandosi al tombino a ridosso del suo cancello d’entrata, in cui confluiscono gli scarichi schifosi e abominevoli di natura industriale, si è sentito male. Quelle esalazioni gli hanno provocato forti problemi respiratori, bruciore alla gola e l’hanno stordito a tal punto da farlo svenire e battere la testa. Sono intervenuti carabinieri, ambulanza e le promesse che ci erano state fatte, sono nuovamente finite nel pronto soccorso dell’ ospedale di Sarno. Ringrazio ancora chi ci sta facendo vivere col grilletto dell’indifferenza puntato alle tempie della nostra salute”.
 I cittadini lanciano l’ennesimo allarme: “Indagate perché ci stanno uccidendo”. Dicono ad istituzioni e forze dell’ordine perché si possano avviare controlli serrati ed analisi dell’aria che sempre più spesso diventa irrespirabile. “Viviamo barricati in casa – ha spiegato Mario Crescenzo  – Siamo diventati ostaggio di una situazione fuori controllo. Malori continui, corse all’ospedale. Qualcuno sta avvelenando l’aria nell’indifferenza totale. Non possiamo permetterlo, vogliamo risposte certe, interventi immediati”.

Articoli correlati

Scambio elettorale politico-mafioso, operazione dei carabinieri a Nocera Inferiore

Redazione

Truffe telefoniche: attenzione a questi numeri (stranieri): vi prosciugano il conto in banca

Redazione

Residenza Lars, progetto educazione civica: un giorno in Commissariato

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy