Cronaca

Centrale per falsificare abbigliamento: 4 arresti nel Napoletano

 Una centrale per falsificazione di capi di abbigliamento è stato scoperto dai carabinieri ad Arzano, in provincia di Napoli: quattro le persone arrestate, ritenute responsabili di concorso in contraffazione, alterazione o uso di segni distintivi ovvero di brevetti, modelli e disegni. Tre indagati sono finiti in carcere e uno ai domiciliari. Indagata per gli stessi reati una 24enne. Gli arrestati sono stati sorpresi all’interno di un locale interrato di circa 200 metri quadrati e in pessime condizioni igieniche, sanitarie e strutturali che era stato adibito a opificio per la contraffazione di capi di abbigliamento.

La perquisizione del locale ha portato al rinvenimento e al sequestro di una stampatrice, 41 cliché falsi, 100 chili di capi di abbigliamento privi di marca e 30 chilogrammi di capi di abbigliamento già contraffatto e confezionato, numerosi bidoni di vernici, pitture e collanti.

I quattro sono stati denunciati anche per deposito incontrollato di rifiuti e per immissioni pericolose in atmosfera, considerando che il luogo sequestrato era pieno di rifiuti derivanti dall’illecita attività e dove venivano utilizzati vernici, coloranti e colle senza le prescritte cautele.

Articoli correlati

Diete killer con sostanze stupefacenti, prescrizione per medici coinvolti

Redazione

Nascondeva droga nella lavatrice: condannato a 2 anni

Redazione

In bagagliaio auto 5 kg di hashish

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy