Notizie Primo PianoAttualità

Attività commerciali, tutte le disposizioni. L’assessore Squillante: “Rispettiamo le regole”

L’assessore alle attività produttive del Comune di Sarno  Francesco Squillante, chiarisce tutte le linee da tener presente. Solo le regole del nuovo decreto che valgono per tutte le attività commerciali sul territorio nazionale. Fino ad ulteriore aggiornamento del Governo. 

DISPOSIZIONI PER LE ATTIVITA’ PRODUTTIVE E COMMERCIALI ‼️
-AGGIORNAMENTO-

A seguito del Dpcm 9 marzo si precisa quanto segue:

• Per quanto concerne le #ATTIVITA’ #PRODUTTIVE, sono vietati tutti gli spostamenti delle persone fatta eccezione per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative.
Tale inciso va inteso nel senso che tutte le attività di impresa, e quindi le attività produttive, lavorative e le attività di trasporto e circolazione delle merci, continuano senza blocchi.

Per quanto concerne le #ATTIVITA’ #COMMERCIALI:

• Sono consentite le attivita’ di #ristorazione e #bar dalle 6.00 alle 18.00, con obbligo, a carico del gestore, di predisporre le condizioni per garantire la possibilita’ del rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, con #sanzione della #sospensione dell’attivita’ in caso di #violazione;

• Sono consentite le attivita’ commerciali diverse da ristorazione e bar a condizione che il gestore garantisca un accesso ai predetti luoghi con modalita’ #contingentate o comunque idonee a evitare assembramenti di persone, tenuto conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico, e tali da garantire ai frequentatori la possibilita’ di rispettare la #distanza di almeno #un #metro, tra i visitatori, con #sanzione della sospensione #dell‘attivita’ in caso di violazione.

• Nelle giornate festive e prefestive (sabato e domenica) sono chiuse le medie e grandi strutture di vendita, nonche’ gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati.

• Nei giorni feriali (dal lunedì al venerdì), il gestore dei richiamati esercizi deve comunque predisporre le condizioni per garantire la possibilita’ del rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro di con sanzione della sospensione dell’attivita’ in caso di violazione.

• Si precisa che in presenza di condizioni strutturali o organizzative che non consentano il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, le richiamate strutture dovranno essere chiuse.

• La chiusura NON E’ DISPOSTA per #farmacie#parafarmacie e punti vendita di #generi #alimentari, il cui gestore e’ chiamato a garantire comunque il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, con sanzione della sospensione dell’attivita’ in caso di violazione;

Tutte le attività commerciali possono organizzarsi per #consegne a #domicilio sempre previo rispetto di tutte le nome previste dai decreti del Presidente del Consiglio dei ministri, del Presidente della Regione e dalle ordinanze sindacali.

Assessore alle Attività Produttive – Francesco Squillante

Articoli correlati

Bus stracolmi, guasti e caotici. Gli studenti: “Rischiamo la vita”

Redazione

Il “defunto” vivo sbanca il lotto. Ambo su Napoli

Redazione

Consegna la posta e si scontra con una moto. Postino ferito

Redazione

Franco Annunziata: revocato il divieto di dimora. Tornerà nella sua città

Redazione

Sarno, ospedale in affanno: «Rischiamo di chiudere poli d’eccellenza»

Redazione

Giovani Indipendenti con l’ “Albero delle Proposte”. Il presidente: “Più partecipazione dei giovani”

Redazione