Cronaca Primo Piano

Accoltellati alla festa del Patrono: violenza choc nel Vesuviano

Hanno 19 e 25 anni, sono amici, fanno parte della stessa comitiva e, nella notte tra martedì e mercoledì scorso, hanno ricevuto la stessa violenza: una coltellata profonda, che li ha mandati dritti all’ospedale, nel bel mezzo di una festa patronale. Uno di loro, il 25enne, è in prognosi riservata all’ospedale di Nola: non è in pericolo di vita, ma le sue condizioni sono comunque gravi. L’altro è stato già dimesso: se l’è cavata con una ferita superficiale che non ha leso organi vitali.

LE INDAGINI
Il doppio accoltellamento è avvenuto ad Ottaviano, in via Cesare Ottaviano Augusto. L’autore del gesto non è stato ancora individuato ma i carabinieri hanno ricostruito la dinamica dell’aggressione e non è escluso che il cerchio possa stringersi già nelle prossime ore. A Ottaviano si festeggia, da martedì, il Santo Patrono: San Michele Arcangelo. La prima serata era filata liscia, con la musica in piazza ed il divertimento. Intorno all’una e trenta, a concerto abbondantemente finito, la violenza. Fuori da un bar, in pieno centro, si affrontano due bande. Stando a quanto ricostruito dai carabinieri si tratterebbe di gruppi rivali, uno dei quali proveniente da un Comune vicino. «Ci vediamo alla festa» sarebbe stato detto giorni fa, nel corso di un’altra lite. E così è stato. Prima gli insulti, poi le botte e, infine, i fendenti. Qualcuno ha tirato fuori un coltello ed ha colpito i due giovani di Ottaviano. Francesco Gravetti

 

Articoli correlati

Campania, De Luca indagato: “Io sono parte lesa, non so chi sia questo Manna” 

Redazione

Mara dietrofront, cede i candidati all’Udc sia a Sarno che Pagani

Redazione

Bus stracolmi, guasti e caotici. Gli studenti: “Rischiamo la vita”

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy