Attualità Primo Piano

Riqualificazione del fiume Sarno partono i lavori

Riqualificazione del fiume Sarno a partire da Rio Santa Marina. Mercoledì mattina la posa della prima pietra accanto alla sorgente. Un progetto ambizioso ed anche necessario per le comunità che vivono accanto al fiume che rientra nel progetto «Curiamo, viviamo, partecipiamo il Sarno» sostenuto dalla Fondazione con il Sud, l’ Ente Parco Regionale del Fiume Sarno quale organo gestore, in collaborazione con Legambiente Campania, ente capofila.

Una festa ambientale con al centro la riqualificazione che guarda alla tutela, alla riscoperta dei luoghi, la valorizzazione, il monitoraggio ed il controllo. Un nuovo fiume Sarno è possibile? Sembrerebbe proprio di sì, ed i passi da compiere sono diversi. «Un momento iniziale ed inaugurale – ha detto il presidente dell’ Ente Parco, Antonio Crescenzo – a testimonianza dell’intervento di riqualificazione di un tratto di una delle tre sorgenti, dove le acque sono ancora limpide. È possibile riguadagnare alla fruizione dei cittadini. Ci sono criticità che non vanno sottaciute, ma ci sono possibilità di sviluppo importanti e va prima di tutto recuperata una coscienza ambientale e di tutela del territorio da parte di tutti, non solo delle istituzioni».

Antonio Giannattasio, del direttivo di Legambiente ha sottolineato la necessità delle cura dei luoghi da parte di tutti attraverso una nuova coscienza civica. «L’ essenza di quello che vogliamo comunicare è vivere il fiume come tale – ha spiegato – Averne cura è qualcosa che parte anche dai cittadini. Questo è un avvio di un progetto di riqualificazione di un tratto, ma che possa essere volano di interventi più ampi in una visione diversa del fiume Sarno. Bisogna punire e denunciare, ma bisogna anche educare. Per questo motivo è importante il coinvolgimento delle scuole».

LA COLLABORAZIONE

Il commissario del Consorzio di Bonifica Integrale Comprensorio Sarno, Mario Rosario D’ Angelo, ha specificato l’ importanza della collaborazione tra enti. «L’ impegno di tutti si traduce sicuramente in collaborazione fattiva per la salvaguardia di queste oasi meravigliose ed anche per combattere le condotte illecite di chi violenta la natura con scarichi e sversamento abusivi. Abbiamo implementato controlli e vigilanza ambientale». Soddisfatto del progetto anche il sindaco di Sarno, Giuseppe Canfora.

Articoli correlati

VIDEO | Giuseppe Canfora: ecco la mia giunta

Redazione

Brutto sabato, per Real Sarno e Intercampania sconfitte in trasferta

Redazione

Aggressione Tresca – Cirielli interrogazione parlamentare: “Si chiarisca se legata a questioni elettorali”

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy