Brevi Cronaca Primo Piano

Pestato a sangue in stazione, catturati e condannati due marocchini

SCAFATI. Sono stati condannati a 2 anni e 10 mesi di reclusione ciascuno due marocchini di 30 e 35 anni, accusati di rapina impropria e lesioni. Il colpo fu commesso a Scafati, lo scorso 1 giugno, nei pressi della stazione ferroviaria. La vittima fu un bengalese, prima minacciato e poi bloccato per essere rapinato. Fu afferrato alle spalle da uno dei due, che gli cinse torace e braccia per impedirgli di muoversi. Tutto questo mentre l’altro gli infilò le mani in tasca per sottrargli il telefono cellulare e la somma di 10 euro. La vittima provò a rincorrere i due, ma fu aggredito nuovamente dai due marocchini, con calci e pugni al capo e al volto. Ne ebbe per 12 giorni di prognosi in ospedale. Alla rapina aveva assistito però un passante che, nell’immediatezza, sollecitò l’intervento dei carabinieri. I due extracomunitari, dopo aver consumato il colpo, si erano già allontani. Furono successivamente identificati e arrestati. Nel collegio difensivo gli avvocati Antonella Senatore e Filomena Vitale. La condanna per i due, con rito abbreviato, è stata emessa dal gup Luigi Levita

Articoli correlati

“La precedenza era mia”. Giù pugni e schiaffi

Redazione

Massimiliano Mercede a Radio Base: “Collaboriamo tutti per il rilancio dell’Ente parco fiume Sarno”

Redazione

VIDEO | Emozionati e determinati: “Dimenticate i Tenorini, siamo Il Volo”

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy