Notizie Primo PianoEventi

Maurizio Casagrande in scena per il Monte Saretto

È sold out «Mostri a parte», lo spettacolo di e con Maurizio Casagrande in agenda il 24 gennaio all’ Augusteo di Salerno, mentre in cassa sono già disponibili 50mila euro raccolti tra i 32 imprenditori salernitani che hanno immediatamente risposto alla raccolta fondi promossa da Banca Sella e dalla Jannelli Communication Lab per contribuire al recupero del Monte Saretto di Sarno, devastato da un violentissimo incendio doloso appiccato lo scorso settembre – per una stupida bravata o per un vuoto di valori – da alcuni adolescenti del luogo.
 
L’ evento ed i primi risultati della campagna di fundraising che danno vita al progetto di solidarietà «Insieme per Sarno» sono stati presentati ieri, al Comune di Salerno, presenti, per il capoluogo, il sindaco Vincenzo Napoli e l’ assessore al Commercio Dario Loffredo, Giuseppe Canfora, primo cittadino di Sarno, il parlamentare Piero De Luca e l’ attore e regista napoletano.
 
Con loro, a testimoniare l’ amore per un luogo già duramente provato dall’alluvione del 1998, – oltre al responsabile per il Sud Italia della Banca Sella Gennaro Crescenzo che con il direttore della filiale salernitana Lorenzo Iaselli ha coordinato l’ iniziativa ed a Roberto Jannelli anche Ermanno Guerra, presidente della commissione consiliare Ambiente e cultura, Mariarita Giordano, assessore alle Politiche giovanili, Roberto Robustelli e Giampaolo Salvato, rispettivamente vicesindaco ed assessore a Sarno.
 
Una sapiente mescolanza di pubblico e privato, di professionalità e culture diverse sfociato in uno straordinario laboratorio sociale. «La solidarietà – ricorda De Luca jr. – ha nettamente vinto sulla stupidità di un gesto che ha messo a repentaglio la vita di oltre 200 persone e distrutto in 40 minuti una vastissima area di vegetazione già duramente provata dalla frana del 98. Per poterla ammirare in tutta la sua bellezza, occorreranno ben quarant’anni». 
 
Gli fa eco Canfora: «Con i contributi della Regione erogati con una celerità stupefacente abbiamo già provveduto a delle opere di messa in sicurezza; con la donazione di Insieme per Sarno ripristineremo gli antichi percorsi sentieristici della chiesa rupestre della Madonna del Carmine e del castello feudale».
 
Felice di donare il suo contributo Maurizio Casagrande, legato a Sarno ove vivono alcuni suoi parenti ma anche perché la serata all’ Augusteo rappresenta per lui una sorta di rivincita: «Lo spettacolo era previsto nel cartellone del delle Arti ma, all’ ultimo momento, all’ improvviso e senza una ragione, è saltato. Sono rimasto amareggiato, volevo incontrare il pubblico salernitano che mi segue sempre con affetto. Venerdì mi toglierò il sassolino dalla scarpa». Il Mattino

Articoli correlati

Rete fognaria e fiume Sarno: è la volta buona? Focus con De Luca

Redazione

Crolla il soffitto alle elementari paura e accuse

Redazione

Nasce la Cabina di Regia per l’area Pip. Ecco a cosa servirà

Redazione

Elezioni 2019 – Canfora prepara la squadra e lancia stoccate al centrodestra

Redazione

Mercato ortofrutticolo: fuoco amico su Canfora

Redazione

Sarno, ordinanza sindacale per prevenire gli incendi

Redazione