Notizie Primo PianoCronacaBrevi

Gira con bomba in borsa, arrestata. È la stessa donna che…

Si aggirava nel cuore della notte nel centro di Sarno con una bomba artigianale, fornita di miccia lunga 25 centimetri, quando è stata fermata da una pattuglia della Polizia. Si tratta di una donna, di 44 anni, denunciata nel dicembre dello scorso anno con l’accusa di essere la responsabile di alcune scritte sulle cantonate cittadine contro il sindaco Giuseppe Canfora (anche presidente della Provincia di Salerno), e il Partito Democratico. La donna è stata bloccata dai poliziotti del locale commissariato intorno alle 3 e alla vista degli agenti ha cercato di occultare la borsetta che però è stata recuperata dalle forze dell’ordine che all’interno hanno trovato un involucro in plastica, di forma circolare, dalle dimensioni simili a un contenitore per bibite, dal cui fuoriusciva una miccia di accensione. Nello stesso sacchetto è stato trovato anche un manganello telescopico in metallo. L’ordigno è stato esaminato dagli artificiere della Questura di Salerno ed è risultato del tipo che viene usato nella pirotecnia professionale. La donna, che non ha voluto fornite nessuna spiegazione, è stata arrestata ed è finita ai domiciliari.

Articoli correlati

Citofona in commissariato: “Aiutatemi, mi hanno accoltellato”

Redazione

Sarnese, Origo: “Gazzaneo è scorretto”

Redazione

Da Sarno al tetto del mondo. Angelo Crescenzo: “Un sogno che diventa realtà”

Redazione

Covid, Ristori: partiti i primi contributi a fondo perduto,1 milione domande

Redazione

Sarno. Villa Malta, altri tagli nei reparti

Redazione

Orrore a Sarno, bimba di tre anni seviziata e uccisa. Il padre accusa: «Sono stati i vicini»

Redazione