Cronaca Primo Piano

Coronavirus: a Napoli in fila per il test sputa ai sanitari

Ieri sera un medico e una infermiera sono stati aggrediti da un uomo in attesa del tampone per Covid-19 all’ospedale Cotugno di Napoli. Spazientito per la fila l’uomo ha sputato ai sanitari, che ora sono in quarantena.

 

“In casi simili serve arresto e isolamento. Troppi delinquenti al Cotugno. Serve presidio forze dell’ordine. Solidarietà all’ospedale”, scrive su Facebook il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “Giustamente come afferma il direttore generale dell’ospedale Cotugno di Napoli Maurizio Di Mauro, sputare addosso a una persona quando si hanno, in un momento come questo, sintomatologie e febbre, equivale a sparare – aggiunge Borrelli – Io credo che sia anche peggio. Infatti sparare contro una persona è mettere in pericolo una sola persona, sputare contro un medico e un infermiere in momento come questo e in un ospedale come il Cotugno è come sparare contro più persone, perché quel medico e quel infermiere se avessero lavorato potevano salvare molte altre persone. Questo criminale va incriminato con accuse pesantissime

Articoli correlati

Covid in Campania, aumentano i contagiati: 186 in 24 ore

Redazione

Testimone di Geova rifiuta la trasfusione. Muore il giorno dopo

Redazione

Armi, soldi e droga: arresti e sequestri. Confiscati 500 mila euro

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy