Attualità Brevi Primo Piano

Biogas – Protesta estrema, bloccati i camion pronti a scaricare

«Devono arrestarmi per farmi togliere dalla strada». Così Consiglia Fiore, ieri pomeriggio, si è portata al centro di via Muro d’ Arce ed ha bloccato i camion diretti agli impianti di biogas pronti a consegnare materiale organico per la trasformazione. L’ ennesimo scarico di mais nelle centrali, uno dei prodotti utilizzati per la produzione. La donna ha messo in atto una protesta estrema perché ormai esasperata, come tutti gli altri residenti della frazione di Foce, dalle esalazioni prodotte dal funzionamento insistente dei due impianti. «Una puzza che toglie il respiro, ci stiamo tutti ammalando e nessuno ci aiuta ha spiegato Consiglia Stiamo ogni settimana al pronto soccorso per problemi respiratori e allo stomaco. Io ho una azienda agricola proprio difronte e nessuno degli operai vuole più venire a lavorare. Trovo continuamente animali morti. Come è possibile?». Chiusa nell’ abitacolo della sua auto e dietro una fila di quattro camion bloccati, la donna, da sola è riuscita a fermarli. «Non importa cosa accadrà urla dall’ auto mi possono denunciare, mi possono arrestare, ma io andrò avanti perché ne va della nostra salute. Tutti sentiamo questa puzza di giorno e di notte, non sappiamo se facciano funzionare o meno i depuratori. Nel mio terreno non cresce più nulla. Non maturano i frutti, gli alberi hanno una patina strana sopra, e noi tutto questo lo respiriamo».

Articoli correlati

Rifiuti nei canaloni della frana | VIDEO E FOTO

Redazione

VIDEO | Francesco Squillante per l’Udc: “Il mio impegno continua in un percorso per migliorare e riqualificare la nostra città”.

Redazione

Sarnese – Giffonese 3-1 Ottimo esordio casalingo per la Sarnese

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy