Sarno Notizie
CampaniaAttualità

23 novembre 1980: terremoto in Campania

23 novembre 1980 ore 19.34, il terrore, la morte e la distruzione

23 novembre 1980 – Sono da poco passate le 19:30 quando una scossa di magnitudo 6.9 sconvolge l’area dell’Appennino Meridionale: in novanta interminabili secondi vengono rasi al suolo interi paesi, su un’area di circa 17.000 kmq compresa tra le province di Avellino, Potenza e Salerno.

Alle 19:34 di quella domenica, sotto le macerie provocate dalla scossa di magnitudo 6.9 Richter persero la vita 2.735 persone, soprattutto nei dell’Alta Irpinia.

L’Irpinia ricorda, 43 anni dopo. il terremoto del 23 novembre1980

Nel capoluogo irpino il vescovo Monsignor Arturo Aiello, presiederà alle 10 la messa in Cattedrale. In Piazza del Popolo, il sindaco Gianluca Festa deporrà una corona per le oltre duecento persone morte nel centro storico di Avellino.

A Lioni, uno dei paesi del “cratere”, tra i più colpiti insieme a Conza della Campania e a Sant’Angelo dei Lombardi, il sindaco Yuri Gioino consegnerà al colonnello comandante del 21/o Reggimento Guastatori di Caserta, Andrea Cubeddu, la cittadinanza onoraria per gli aiuti e la solidarietà ricevuti nei giorni e mesi successivi al sisma.

Articoli correlati

l Vescovo nomina due nuovi parroci a Sarno. Don Domenico e Don Ciro alle parrocchie di…

Redazione

Torturata con una retina: preso ed espulso l’aggressore magrebino

Redazione

Pagani, Anna Rosa Sessa verso la segreteria provinciale di Italia Viva

Redazione

Buongiorno con le notizie del giorno

Redazione

Vongole tossiche, fermato il viaggio dal Sarno alle tavole

Redazione

VIDEO | Cultura e rete del turismo, le linee tracciate

Redazione