Primo Piano

Tentata estorsione ad una caffetteria. Sarnese in carcere

Tenta estorsione ad una caffetteria, resta in carcere il sarnese ritenuto vicino ai clan

Resta in carcere il sarnese , Patrizio Picardi, 55 anni, ritenuto vicino al clan Mallardo. Lo ha deciso la Cassazione, dichiarando inammissibile il ricorso presentato dall’indagato, coinvolto in un’indagine per tentata estorsione ai danni di un commerciante napoletano Il fatto Il Riesame di Napoli aveva confermato il quadro probatorio dell’organo inquirente, riconoscendo i gravi indizi di colpevolezza riguardo la tentata estorsione ai danni del gestore di una caffetteria di Giugliano.

L’uomo era stato coinvolto nell’indagine grazie ad una serie di intercettazioni, fino alla misura cautelare in carcere . La Suprema Corte ha riconosciuto il valore degli elementi d’indagine, come una serie di conversazioni, che inquadravano l’uomo agire in prima persona in quel tentativo estorsivo. 

Articoli correlati

Colpo al clan Cesarano: sequestrato il bar della camorra

Redazione

Sarnese in Mafia Capitale, il video del tesoro sequestrato

Redazione

Teatro mai aperto e già da rifare: il risultato di 20 anni e 4 amministrazioni. Dossier per la Corte dei Conti

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy