SarnoNotizie Primo PianoAttualitàredazionaleSalerno

Sarno: dimissioni medici. Alaia: “Sanità pubblica non attrattiva. Indagare le cause” 

A Sarno come nell’intera Regione Campania: tra disagi, carenza di personale e disorganizzazione 

A cura di Rossella Liguori 

La fuga di medici dagli ospedali, con dimissioni e continue richieste di trasferimento, sembra essere un sintomo che viene da lontano: nelle corsie si respira disagio, inquietudine, malcontento tutto generato da disorganizzazione, carenza di personale, turni estenuanti.

Quello che accade al Martiri del Villa Malta non è un fenomeno circoscritto alla città di Sarno, che si trova particolarmente in emergenza. Il sistema sanitario, mettendo sotto la lente di ingrandimento quello campano, pare non valorizzare  competenze e responsabilità ed anche le condizioni lavorative, organizzative e retributive hanno falle. 

Ed è così che si è creata nella sanità della Regione Campania una dinamica distruttiva. E’ quanto venuto fuori anche ieri durante l’audizione in V Commissione Sanità della Campania. Si sono messe in fila le criticità. 

C’entra sicuramente il commissariamento, ma è anche vero che il sistema sanitario, dalla rete di emergenza urgenza, al sistema territoriale ed i percorsi, fino a posti letto presenta ancora troppi vuoti. 

Invertire la rotta e fare in fretta: è questa la frase chiave. 

Per una sanità che voglia essere competitiva, carica di motivazione e con una visione di futuro. 

Ripartire dalle realtà virtuose, dagli ospedali più moderni e strategicamente posizionati, investire su personale qualificato e motivato, votato allo studio, alla ricerca, all’attenzione per il paziente, all’innovazione, al perfezionamento, puntare ed sostenere la formazione.  

Solo questo potrà creare le condizioni di una pianificazione territoriale, di un piano ospedaliero che possa guardare lontano e sia concorrenziale. Diversamente resterà un dato, come sta accadendo a Sarno ormai da mesi: la pioggia di dimissioni e la richiesta di trasferimento di diversi camici bianchi. E si rischia di svuotare la sanità pubblica ad appannaggio di quella privata. Creando un vuoto di assistenza. 

La sanità pubblica è poco attrattiva e si va verso una sanità sempre più privata? Una domanda alla quale ha risposto il Presidente della V Commissione Sanità, della Regione Campania, Vincenzo Alaia.

“Che gli ospedali probabilmente non siano attrattivi è un dato ed altro punto importante. Noi dobbiamo avere la capacità come politica di individuare quali siano le cause di questo allontanamento e dare la possibilità ai professionisti di avere e creare condizioni di accoglienza e crescita nei presidi. La Regione metterà in atto anche leggi se possano servire a supporto. Sarà a breve anche all’ospedale di Sarno, avrò piacere di visitare un presidio a detta di tutti di eccellenza e di grande qualità. L’audizione che abbiamo avuto ci ha consentito di puntare l’attenzione sul Martiri del Villa Malta, alla tutela di questo presidio, ma abbiamo trattato anche problemi che purtroppo la Regione Campania ha, e ne ha tantissimi. Ora dobbiamo cercare di risolvere annosi problemi ”. 

 

 

 

Articoli correlati

Torna il terrore dei roghi a Sarno, caccia ai piromani

Redazione

Strangolò la mamma, condannato a 10 anni

Redazione

Centro Vaccini a Sarno. Robustelli: “La speranza”

Redazione

Palmese – Sarnese: 0-0 | Risultati e classifica

Redazione

Raid incendiario ad un noto bar. Indaga la polizia

Redazione

Incendio nell’azienda Gigi di Foce, danni per due milioni

Redazione