Attualità Primo Piano

La città di Sarno è al primo posto per “Rifiuti Free”

La città di Sarno è al primo posto per “Rifiuti Free” (comuni oltre i 15mila abitanti), e conquista anche due attestati di merito, di cui uno per aver superato il 65% di raccolta differenziata.


I riconoscimenti sono stati conferiti questa mattina, nella Sala Pessina, dell’Università Federico II di Napoli, nell’ambito del Premio Comuni Ricicloni Campania 2019 di Legambiente, al sindaco Giuseppe Canfora ed al suo vice, assessore all’ambiente ed al Ciclo Integrato di aria, suolo e rifiuti, Roberto Robustelli.

L’iniziativa di Legambiente, nata nel 1994, è un importante momento di verifica e di comunicazione degli sforzi compiuti dai comuni per avviare e consolidare la raccolta differenziata, e più in generale, un sistema integrato di gestione dei propri rifiuti. Premia le comunità locali, amministratori e cittadini, che hanno ottenuto i migliori risultati nella gestione dei rifiuti: efficienza nella raccolta, la differenziazione delle singole frazioni e il corretto smaltimento e riutilizzo.

“Una soddisfazione per noi amministratori, – ha detto il sindaco Giuseppe Canfora – ma ancora di più una gioia per la nostra comunità. Essere negli anni sempre riconfermati tra i comuni ricicloni, significa aver fatto un buon lavoro di costanza e sensibilità come comunità. L’impegno dei cittadini non è vano, la grande attenzione nel differenziare, nel conferire i rifiuti ci rende oggi ancora più orgogliosi della nostra città. Per questo ringrazio i miei concittadini perchè è un primo posto di tutti noi. Questa è la risposta civile, composta e concreta all’inciviltà di quei pochi che ancora selvaggiamente deturpano il territorio smaltendo e abbandonando materiale. Il risultato raggiunto è il segno tangibile dell’amore per la nostra città e ci rende oggi esempio nella provincia di Salerno. Che questi riconoscimenti importanti possano anche tradursi in monito contro i reati ambientali, contro chi si ostina a fare scempio di alcune aree della città, già ulteriormente monitorate”.

“Ringrazio chi mi ha preceduto nel primo mandato Canfora, al ciclo dei rifiuti, Michele Ruggiero ed Emilia Esposito. – ha sottolineato il vice sindaco ed assessore, Roberto Robustelli –. Un riconoscimento arrivato grazie ai cittadini che con grande spirito di appartenenza, grande senso di tutela ambientale hanno consentito alla città di Sarno, ancora una volta, di essere un modello. Un percorso che parte da lontano e cresciuto con l’impegno, la perseveranza ed il senso civico dei sarnesi. Dinanzi a realtà complesse, che vivono il problema dello smaltimento dei rifiuti con filiere intricate, noi siamo fieri della nostra comunità perchè abbiamo una percentuale che sfiora l’82%. Siamo Comune Rifiuti Free di Legambiente ossia, comune in cui la raccolta differenziata funziona correttamente ed ogni cittadino produce al massimo, 75 chilogrammi di secco residuo all’anno, dunque rifiuti indifferenziati avviati allo smaltimento. Una realtà virtuosa di prevenzione riduzione dei rifiuti anche grazie a campagne di sensibilizzazione e percorsi di educazione e tutela ambientale; grazie all’azienda Sarim, agli operatori tutti, per il lavoro attento sul territorio. Avvieremo una nuova campagna per lo smaltimento degli ingombranti. Continueremo a vigilare in aree critiche, per porre fine agli sversamenti selvaggi”.

Articoli correlati

Coronavirus: altri tre positivi. Il Sindaco Strianese: “Contagio in famiglia”

Redazione

VIDEO | Lara Fabian, l’unica straniera in gara

Redazione

Il mio bambino non parla, cosa fare? Rispondono gli esperti… VIDEO

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy