Attualità Primo Piano

“Ho urlato io Terroni”.

È stato Valerio Agnoli, a lanciare l’epiteto in corsa lungo via Castaldo a Nocera Inferiore. Ha marchiato così il Giro d’Italia 2014 il ciclista dell’Astana; con quel "Terroni" urlato alla folla ed ai tanti bambini. "Era uno scherzo". Ha provato oggi a giustificare un gesto condannato fin da subito. "Io sono di Foggia – ha spiegato Agnoli – come potrei insultare il pubblico?" Poche parole trascinate, mentre il modo del web si è scatenato dopo il video condiviso centinaia di volte. Nei fotogrammi, girati con un cellulare, si vede la carovana passare accanto alla Caserma Rossa, tra due schiere di persone festanti, tra gli applausi e gli striscioni. Poi quell’urlo choc: "Terroni", rimbombato tra l’incredulitá e la rabbia dei presenti.

 

Articoli correlati

Il paletto proprio al centro della…

Redazione

Fiamme sul monte della frana, torna la paura

Redazione

L’ora legale del 2019 è iniziata: le lancette vanno tirate avanti di un’ora

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy