Politica Primo Piano

Gaetano Ferrentino: bilancio di 5 anni da ViceSindaco ed Assessore. Tributi, manutenzione, finanziamenti…

Primo eletto alle amministrative del 2014, ha ricoperto la carica di ViceSindaco. A questa ha associato la delega al Bilancio e ai Tributi, alla Manutenzione e alla Ricostruzione.

E’ consigliere dell’Ente idrico Campano per la rete dei Sindaci per l’Acqua Pubblica, il cui scopo è quello di restituire la gestione del servizio idrico al pubblico, superando l’attuale sistema di gestione.

 

In sintesi, alcune cose fatte

In questi cinque anni, il Comune ha fatto grossi balzi in avanti nel rating pubblico, diventando solubile e affidabile per gli operatori economici, grazie ad un risparmio di spesa e alla crescita degli introiti. Sono stati risanati i parametri di deficitarietà ed è stato evitato il fallimento, consentendo anche i risarcimenti alle vittime della frana.

Ottimo il lavoro nelle politiche tributarie, dove la pressione si è abbassata con la Tari (tassa sui rifiuti) ridotta fino al 65 % per alcune categorie. È stata introdotta la riduzione per i portatori di handicap e un lavoro ulteriore sul regolamento ha consentito di varare la tariffa per le pertinenze (garages e cantine) di 45 centesimi con notevole beneficio oltre che varie agevolazioni sulla tassazione delle superficie degli opifici e delle attività produttrici di rifiuti speciali. Le utenze commerciali (negozi, uffici, etc.) hanno visto ribassi fino al 50 % come anche quelle domestiche. Anche la Cosap (canone per l’occupazione del suolo pubblico) è stata ridotta in molti casi del 50 % consentendo benefici agli ambulanti, all’edilizia, ai locali di somministrazione. E’ stata varata la riscossione giornaliera al mercato che ha consentito un aumento degli introiti del Comune fino al 300 %.

È stata abolita la “tassa sull’ombra”, quella che si pagava sulle tende agettanti fuori degli esercizi commerciali. E’ stata abolita la Cosap per le associazioni onlus che richiedono l’occupazione per attività di volontariato e raccolta fondi. E’ stata archiviata l’esperienza della Soget e sono state varate diverse rottamazioni per consentire ai cittadini di mettersi in regola. È stato introdotto un nuovo regolamento delle entrate con grandi possibilità di rateizzo dei propri debiti.

Il ViceSindaco è stato in grado di attrarre numerosi finanziamenti e recuperare ingenti risorse economiche per le opere pubbliche sia attraverso la Ricostruzione che lo sblocco dei fondi del terremoto: viale Margherita, De Amicis, nuovi campi di inumazione cimitero, muro Tuostolo, piazza Lavorate e altre.

E’ stata rifatta la rete idrica in varie zone della città: masseria Spagnuolo, vico San Martino, via Acquarossa, via Cognulo. E’ stato migliorato l’approvvigionamento idrico della frazione di Episcopio.

Sono state consegnate le case degli Iacp di Ponte Alario.

Per la Ricostruzione è stato completato il trasferimento degli appartamenti del Lotto 11 e avviato quello degli altri Lotti del comparto Casasale-Pedagnali. Sono stati esonerati dal pagamento degli oneri concessori i soggetti che hanno ricostruito. E’ stato riavviato l’ufficio Espropri e il Ponte di via Fiorentini. È stato completato l’impianto di pubblica illuminazione in via S. Eramo. Sono stati riavviati i lavori per le fogne dell’ex Commissariato Jucci.

Sul piano della Manutenzione, sono state risistemate diverse strade: via Damiano Mancuso, via Fraina, Masseria Spagnuolo, via Fiorentini, via San Vito, via Cappella Vecchia, via Pioppazze, il rione Europa, via Piani e zona Carresi, via Roma, la Nuova Bretella, via Sarno-Striano, corso Vittorio Emanuele, via Sodano e rione Sodano, via Milone e altre. E’ stato varato un restyling della pubblica illuminazione e l’avvio dell’illuminazione nel Pip e la metanizzazione di molte scuole, oltre che la messa a regime dei pannelli solari. E’ stata ridisegnata piazzetta Laudisio e piazza Capua.

L’impegno per il futuro è di continuare sulla strada del risanamento e della lotta agli sprechi, di rendere ancora più equo il sistema tributario locale, di completare la Ricostruzione e di continuare con il programma di manutenzione della rete stradale e della pubblica illuminazione. Favorire il rilancio della macchina amministrativa. Continuare la battaglia per una gestione diversa del servizio idrico. Razionalizzare e rilanciare il mercato e il commercio nel suo complesso. Completare l’area Pip grazie anche ai finanziamenti di sette milioni e mezzo e creare occasioni di lavoro per le categorie esposte.

AMMINISTRATIVE 26 MAGGIO 2019 

*Spazio Autogestito a cura del candidato*

Articoli correlati

Festivi a luci rosse per preti gay, lettera al Vescovo di Nocera

Redazione

“Jazz in Parco”, manca solo l’ok della Regione

Redazione

Montagna incenerita, animali morti. L’ipotesi è che dietro vi siano organizzazioni criminali per il dominio del territorio

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy