Attualità Brevi Primo Piano

Ente Parco: la rinascita con la presidenza i Mercede

Da sede chiusa e senza dipendenti a realtà di controllo e sorveglianza, punto di riferimento per i cittadini del salernitano e del napoletano. E’ l’Ente Parco del Fiume Sarno ed in tre anni, sotto la gestione di Massimiliano Mercede, una trasformazione che ha fatto di una istituzione fantasma ed assente, un ente operativo che ha all’attivo risultati eccellenti con numerosi interventi. Ben 11 comuni che ricadono sotto l’amministrazione dell’ente e del presidente più giovane d’Italia, Mercede, sono tutelati. Una sede, quella a Sarno, che nel 2012 era addirittura chiusa, con telefoni che squillavano invano per ore, senza dipendenti. Oggi una realtà riconosciuta anche dai cittadini che trovano nell’Ente Parco del Fiume Sarno un interlocutore per la denuncia di reati ambientali, di sprechi, di abusi ed illeciti. Una azione sinergia con la commissione scientifica di Mercede che lavora a costo zero ed il responsabile amministrativo, Mario Minoliti. Numerosi protocolli e collaborazioni con il Wwf e le università. Una crescita segnata negli ultimi tre anni che sa di rinascita. una operatività a pieno regime su tutti gli 11 comuni che ricadono sotto la gestione.

Articoli correlati

Vino: a Boscoreale una settimana di eventi per celebrarlo

Redazione

Mistero e fede, si rinnova a Sarno la tradizione millenaria dei Paputi

Redazione

Orrore cimitero: bara presa a picconate. Indagini in tutto l’Agro

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy