Senza categoria

Coronavirus: “La camorra si muove per distribuire spesa”

“La crisi sanitaria è una crisi economica e sociale. Dunque, una questione criminale. Non c’è crisi che non sia una grande opportunità per le mafie”.

Così Federico Cafiero de Raho, procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo, in un’intervista a “la Repubblica”. Parlando di “momento di grandissima delicatezza”, de Raho spiega che “le mafie nascono come agenzie di servizi, proliferano laddove lo Stato non c’ è, arriva in ritardo, manca o fa comunque fatica a fare il proprio mestiere. Hanno un piano chiaro: attaccano disagio sociale e difficoltà economiche per costruire consenso. Questo è il tempo un cui quei disagi e quelle difficoltà stanno esplodendo: le attività commerciali sono chiuse, chi si arrangiava con piccoli lavori a nero non lo può più fare. Le famiglie hanno difficoltà a fare la spesa. Questo, dunque, è il tempo ideale per i mafiosi”.

 

In Campania, sottolinea de Raho, “abbiamo evidenze che la camorra si stia muovendo per distribuire spesa alimentare alle famiglie in difficoltà. E lo hanno cominciato a fare prima dei buoni spesa del governo. E non perché ci siamo mossi tardi. Ma perché i mafiosi sono per definizione veloci, non hanno burocrazia, hanno grandissima liquidità. E sanno che questo è il momento giusto per investire”.Secondo de Raho “bisogna anticiparli, intervenendo sul sistema di credito, snellendo le procedure di accesso, rendendo tempi veloci ma non per questo pensando a meno controlli. Lo Stato deve difendere l’ impresa sana”.

Articoli correlati

Paura a Battipaglia, cane azzanna un passante: sedato, muore

Redazione

“Parliamone – Noi da voi”: puntata con i sindaci del territorio

Redazione

Biogas, nuovo esposto alla Procura

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy