Aule fredde, l’assessore Gaetano Ferrentino: “Sollecitato la Provincia, azionerà prima impianti”

Redazione
Da Redazione Gennaio 9, 2019 12:38

Aule fredde, l’assessore Gaetano Ferrentino: “Sollecitato la Provincia, azionerà prima impianti”

Aule fredde e studenti costretti a stare con i giubbotti per fare lezione. Il Comune chiama la Provincia di Salerno, che ha competenza rispetto alle scuole segnalate da studenti e genitori con le criticità sugli impianti di riscaldamento. Come spiega l’assessore alla manutenzione, Gaetano Ferrentino, il Comune sugli istituti di propria competenza ha garantito sopralluoghi prima dell’apertura e il massimo comfort alla ripresa delle lezioni. “Le scuole comunali sono continuamente monitorate con manutenzione di caldaie ed impianti”

Gaetano Ferrentino, assessore alla manutenzione:

Pur condividendo le preoccupazioni del consigliere Giuseppe Agovino e le segnalazioni di numerosi genitori, occorre precisare alcune cose. A tutela del lavoro e degli investimenti sugli impianti termici svolti in questi anni. I problemi legati ai riscaldamenti sono degli istituti superiori che sono di competenza della provincia. Le scuole comunali sono continuamente monitorate da una ditta che ha vinto una gara e si occupa di manutenzione e supervisione delle caldaie e degli impianti. Nel corso di questi anni, sono state investite somme importanti per sostituire caldaie, metanizzarle (vedi Episcopio, Lavorate) e manutenerle. Gli impianti erano vetusti e, in alcuni casi, occorrono altri investimenti che dovranno essere programmati. Sugli edifici comunali, non si sono avuti problemi, tranne lunedì, a piazza Croce, dove i tecnici sono intervenuti prontamente e continuano ad attenzionare per evitare disagi. Questo è uno degli impianti sui quali occorrerà metter mano in maniera rilevante, ma è funzionale. Molti impianti sono stati anche adeguati alle nuove normative. I riscaldamenti in quasi tutti i casi sono temporizzati e programmati con ampio margine. Per gli istituti superiori, ci si è attivati per segnalare il disagio ai competenti uffici della provincia.

Redazione
Da Redazione Gennaio 9, 2019 12:38

Seguici su…