Brevi Primo Piano Sport

Vola la giovane Sarnese di Gazzaneo: tris a domicilio al Taranto

LA PARTITA. La Sarnese vola e vince per 3-2 sul campo del favorito Taranto. La sigla la mette ancora bomber Ciro Favetta, autore di una doppietta e cinque gol in tre partite totali. I granata giocano senza timori reverenziali, nonostante un Taranto agguerrito e bisognoso di punti per riscattare la partenza non brillante. Nelle scelte di Gazzaneo, confermato Russo tra i pali e Auriemma viene preferito, almeno all’inizio, a Salvato, anch’egli importante per la vittoria finale. L’assenza di Slavato dal primo minuto lascia intendere una partenza abbottonata. Invece, non è così. La Sarnese parte subito con l’acceleratore pigiato per sorprendere i padroni di casa. All’8’, Talia serve un ottimo pallone a Calemme che, nell’aria piccola, subito saggia le doti di Spataro. Al 10’, sempre Calemme costringe alla doppia parata Spataro con un velenoso colpo di testa. Alla prima occasione, però, il Taranto affonda. Al 20’, Crucitti, sugli sviluppi di un corner, riceve palla dal limite e batte Russo. Al 27’, Crucitti ci riprova, ma il tiro viene deviato in corner. Al 30’, Favetta colpisce l’esterno l’esterno della rete. Al 34’, Calemme dalla distanza guadagna un corner. Il pareggio granata arriva al 36’, con Cioffi che beffa Spataro in uscita. Alla ripresa, il Taranto si presenta con un triplice cambio, ma la Sarnese non molla. Al 2’, Favetta inventa un tiro dai venti metri che supera Spataro. Sorpasso granata. Cinque minuti e Crucitti raccoglie una corta respinta di Russo su tiro di Lorefice per ristabilire l’equilibrio. La Sarnese non tira i remi in barca. Calemme punzecchia Spataro. Poi, il cambio. Entra Salvato. Al 44’, Favetta si invola verso la porta e Scoppetta lo atterra con annessa espulsione. Al 46’, Salvato viene atterrato in area da D’Aiello. Favetta trasforma il rigore della vittoria insperata.

TABELLINO Taranto-Sarnese 2-3 Taranto (4-3-3): Spataro, Milizia (1’ st Bilotta), Cacciola (Giorgio), Corso (1’ st Aleksic), D’Aiello, Scoppetta, Crucitti, Ancora (21’ st Giovannini), Tandara (1’ st Lorefice), Pera, Galdean. A disp.: Pellegrino, Pantò, Miale, Palumbo. All.: Francesco Cozza Sarnese (5-3-2): Russo, Cioffi, Gallo, Nasto, Arpino, Pepe, Calemme (31’ st Salvato), Nappo, Favetta, Talia, Auriemma. A disp.: Di Donato, Tortora, Piansè, Saginario, Cacciottolo, Di Palma, Sorriso, Iuliano. All.: Valerio Gazzaneo Arbitro: Monaldi di Macerata Reti: 20′ pt Crucitti (T), 36′ pt Cioffi (S); 2′ st e 46′ st su rigore Favetta (S) 7′ st Crucitti (SA) Note: Spettatori 500 circa. Ammoniti: Corso, Giovannini e D’Aiello (T). Espulso al 44’ st Scoppetta (T) per fallo da ultimo uomo su Favetta. Recupero. 1’ pt, 5’ st

LE INTERVISTE Valerio Gazzaneo: “Abbiamo giocato un ottimo inizio di campionato. Stiamo vivendo un piccolo sogno che, però, è fatto di bel gioco e sacrifici. Restiamo con i piedi per terra. I nostri obiettivi restano sempre la salvezza e la valorizzazione dei giovani. Questa partita l’abbiamo vinta giocando. Ho capito che potevamo vincere e ho osato inserendo sull’esterno Salvato. Una scelta che si è dimostrata giusta”. Felice Pepe: “Siamo soddisfatti del risultato. Abbiamo lavorato per tutta la settimana. Abbiamo concesso poco al Taranto e credo che non sia da tutti. La nostra forza è il gruppo. Non dobbiamo guardare la classifica. Abbiamo fatto sei punti fuori casa, ma riconosciamo i nostri limiti. Continueremo a lavorare con umiltà”.

Articoli correlati

Sedicenne investito, sparite auto e bici

Redazione

Danni coltivazioni, pronti risarcimenti per contadini ed aziende

Redazione

PUC – L’assessore Viscardi: “Respinto ricorso al Consiglio di Stato”

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy