Campania Covid

Variante Delta preoccupa, focolaio attivo in Campania

In Italia la mutazione del virus  può mettere a rischio la ripartenza

La variante Delta del Covid preoccupa. Secondo gli esperti dell’Ecdc, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, ” entro la fine di agosto rappresenterà il 90% dei virus in circolazione nell’Unione Europea”. In Italia la mutazione del virus, segnalato per la prima volta in India, può mettere a rischio la ripartenza, con vari focolai già individuati da Nord a Sud.

Ieri il premier Mario Draghi ha sottolineato che “la situazione economica europea e italiana è in forte miglioramento, ma restano rischi legati alle varianti ” e ha invitato ad andare “avanti con la campagna di vaccinazione”.

Variante Delta in Campania

Focolaio a Torre del Greco. Sono 44 i contagi, di cui 32 ancora positivi e gli altri guariti. Solo 7 di quelli ancora positivi avevano ricevuto il vaccino, ma solo la prima dose. Il Comune di Torre del Greco fa sapere che tutti i positivi alla variante Delta sono in condizioni non gravi e sotto controllo costante della Asl Napoli 3 Sud, competente sul territorio vesuviano.

Risulta, inoltre, “infondata”, aggiunge il Comune, la notizia che ricondurrebbe un focolaio di variante Delta a una palestra della città di Torre del Greco, spiegando che “si tratterebbe di una struttura della città di Agerola e i due nuclei familiari coinvolti non appartengono al territorio comunale torrese”.

Articoli correlati

Napoli, contrabbando di sigarette dall’est Europa: sequestrate 5 tonnellate di “bionde”

Redazione

Terzigno, nel campo polivalente sarà allestito il Punto Vaccinale

Redazione

Week end di vaccinazioni a Salerno e provincia

Redazione