Cronaca Primo Piano

Truffa per oltre due milioni di euro all’Inps e Agenzia delle Entrate. I dettagli…

Associazione per delinquere finalizzata alla commissione di truffe aggravate ai danni dell’Inps e dell’Agenzia delle Entrate. Con questa accusa, stamani, sono state arrestati E.M., presidente nazionale di Federaziende, G.C., presidente nazionale dell’ente bilaterale E.Bi.N., P.M., agente della Polizia Penitenziaria e gestore, di fatto, di Federaziende regionale Campania, G.S., consulente del lavoro e responsabile di zona di Federaziende Pagani e A.M., consulente del lavoro e responsabile di zona Federaziende Moiano. Tutti sono residenti nelle province di Salerno, Benevento, Napoli e Lecce ed hanno ottenuto dal gip il beneficio dei domiciliari. C’e’ un sesto destinatario di misure cautelari al momento irreperibile, e, in totale, sono 90 gli indagati. L’inchiesta, coordinata dalla procura della Repubblica di Nocera Inferiore e delegata ai carabinieri del Reparto Territoriale nocerino, e’ stata avviata durante lo scorso anno. Il gruppo avrebbe messo in piedi “un sodalizio criminale” composto da consulenti del lavoro, imprenditori e faccendieri che, attraverso compensazioni fasulle derivanti da importi oggetto di conguaglio relativi ad arretrati per assegni al nucleo familiare, malattia, maternità e bonus Irpef degli 80 euro, sarebbero riusciti a ottenere erogazioni previdenziali da parte dell’Inps e crediti di imposta dall’Agenzia delle Entrate ricevendo indennità calcolate in oltre 2 milioni di euro. Sin da subito, nel mirino del pm titolare del fascicolo di indagine, Roberto Lenza, sono finiti gli studi di consulenza del lavoro di G.S. di Sant’Egidio del Monte Albino, nel Salernitano, e del collega A.M. di Moiano, nel Sannio. Quegli studi, stando alle rilevanze investigative, erano quelli che presentavano più anomalie in relazione al pagamento di arretrati per i benefici fiscali previsti dalle normative.

Dagli accertamenti eseguiti a carico dei consulenti del lavoro, è emerso che i professionisti, in quanto responsabili di zona di Federaziende di Pagani e di Moiano, facevano aderire le ditte che gestivano a Federaziende e all’Ente Bilaterale E.Bi.N.. Quindi, i consulenti e i legali rappresentanti di 84 ditte, anche loro indagati, dichiarando di aver anticipato, in maniera fittizia, ai propri dipendenti, 2 milioni 107mila 394,10 euro per assegni al nucleo familiare, malattia, maternità, bonus 80 euro, e avendo indicato gli importi nelle denunce mensili all’Inps e sugli F24, creavano un credito inesistente da vantare nei confronti dell’Erario. Gli oltre 2 milioni di euro percepiti, dalle verifiche effettuate, sarebbero stati utilizzati per il pagamento dei contributi ai lavoratori e per estinguere altri debiti tributari per 683mila 228,31 euro; 1milione 424mila 165,79 euro, invece, e’ stato devoluto a favore di Federaziende e all’ente bilaterale E.Bi.N.

Come sottolineato dal procuratore capo di Nocera Inferiore, Antonio Centore, durante una conferenza stampa convocata questa mattina per illustrare i dettagli dell’operazione, “gli indagati avevano individuato una falla all’interno del sistema di controllo dell’Inps e del Sispi, la Societa’ Italiana di Servizi per la Previdenza Integrativa, una partecipata Inps”.
Le società che aderivano a Federaziende e alla E.Bi.N. avevano la possibilità di ottenere, per i lavoratori subordinati, corsi di aggiornamento e di formazione relativi alla sicurezza sul lavoro. Tuttavia, sarebbe emerso che le somme destinate a queste finalità non sarebbero mai state investite per questi scopi. I militari dell’Arma, in fase di esecuzione dell’ordinanza del gip, hanno sequestrato, in via preventiva e per equivalente, somme di denaro, quote societarie e beni immobili a 90 indagati, riuscendo ad eguagliare l’ammontare delle somme percepite ma ritenute non dovute.

Articoli correlati

Cane rinchiuso in sacco nero e scaricato in strada

Redazione

Falso invito su Facebook ad una festa, violentata 14enne ad Angri

Redazione

Regionali: De Luca, “de Magistris?Aspettiamo a braccia aperte”

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy