Cronaca Primo Piano

Trovato morto in strada. Choc a Pagani

È stato trovato riverso a terra, senza vita, all’ imbocco di una traversa di via Amalfitana, con una sola ferita da arma da taglio sul corpo. Presumibilmente polacco, 45 o 50 anni, l’ uomo non aveva con sé i documenti di riconoscimento. Le forze dell’ordine hanno dovuto effettuare tutta una serie di accertamenti per poter verificare la sua identità, che resta per ora un mistero. Nessuna certezza, al momento, sulle cause della morte. Chi conduce le indagini non si sbilancia ma non esclude ipotesi. Potrebbe trattarsi di omicidio ma anche di altro, precisano gli investigatori. Lo sconosciuto, insomma, potrebbe essere stato accoltellato e lasciato lì a terra, in via Amalfitana, ma potrebbe anche essere stato vittima di un incidente sul lavoro, avvenuto altrove, per poi essere scaricato in quella zona, già morto. È soprattutto su questa seconda ipotesi che si starebbe concentrando il lavoro degli inquirenti in questa iniziale fase delle indagini. Il tipo di ferita da arma da taglio rinvenute sul corpo dell’ uomo farebbero, infatti, ipotizzare anche cause diverse dall’accoltellamento. L’ allarme è scattato intorno alle 18 di ieri. Qualcuno ha notato quel corpo riverso sull’asfalto e ha allertato le forze dell’ ordine. Sul posto i carabinieri della tenenza di via Alcide De Gasperi, coordinati dal tenente Simone Cannatelli, e quelli del reparto territoriale di Nocera Inferiore, agli ordini del tenente colonnello Rosario Di Gangi.

I militari hanno delimitato la zona, avviando subito l’ attività investigativa. Gli uomini della scientifica hanno eseguito rilievi ed accertamenti, alla ricerca di tracce o di altri elementi di interesse. Il cadavere era riverso a terra, in una zona poco illuminata; non c’ erano coltelli né altre armi da taglio nel punto in cui è stato ritrovato. Nessun’ auto, nessun altro veicolo. Gli investigatori sono propensi a ritenere che il polacco non sia morto in quel luogo e che sia stato trasportato da qualcuno in quel punto, già privo di vita.

L’ ACCERTAMENTO Qualsiasi delle ipotesi al momento al vaglio degli investigatori (omicidio o incidente sul lavoro) dovesse trovare i dovuti riscontri nel prosieguo dell’attività di indagine, si dovrà accertare quindi dove si sia consumata la tragedia. Il mistero resta tale, almeno per ora. Qualche certezza in più potrebbe giungere dagli esiti dell’ esame esterno sul cadavere effettuato dal medico legale incaricato dal sostituto di turno della procura di Nocera Inferiore, Donatella Diana, che sta coordinando le indagini. I carabinieri hanno ascoltato alcuni residenti della zona per capire se il polacco era conosciuto e se viveva proprio nei pressi del punto in cui è stato rinvenuto il suo cadavere. Daniela Faiella

Articoli correlati

Messa in sicurezza delle scuole in provincia di Salerno: un’altra opportunità fallita.

Redazione

Scuola sicura: simulazioni insieme alla Protezione Civile

Redazione

“Aiutate il nostro bambino”. Si cerca un donatore in tutta Italia

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy