Notizie Primo PianoSportBrevi

Trofeo Zurich, boom di presenze. Il presidente Milone: “Un successo territoriale”

La scuola calcio Aquilotti Sarno ringrazia le 51 squadre che hanno partecipato alla seconda edizione del trofeo Zurich che si e’ disputato nei giorni 24-25 marzo presso lo stadio “F.Squitieri e il Centro Milone “. Siamo solo alla seconda edizione ma questo torneo calcistico e’ già diventato una delle tappe più’ importanti per il calcio giovanile campano. Nei giorni di giovedì e venerdì santo, la città di Sarno e’ stata raggiunta da circa duemila persone giunte da tutta la regione per osservare i baby allievi classe 2003-04-05-06-08-09. Tra le tante partecipanti abbiamo avuto l’onore di ospitare per il secondo anno consecutivo la ssc. Napoli calcio. L’ indotto economico per Sarno e’ stato sostanzioso visto che attestiamo che le strutture ricettive della zona hanno accolto mille persone. Quindi, non un semplice evento sportivo ma una vera attività di promozione del territorio. Il tutto e’ stato possibile grazie al patrocinio del Comune di Sarno e alla presenza costante del consigliere Prevete. Un grazie alla disponibilità della polisportiva Sarnese e dei ristoranti Osteria dei Sarrastri, Pizza sport, Massimo Pizza, Taverna del Sarino, Maga Pizza, Mangiamoci su, Barbacia’, il Cavaliere. La scuola calcio Aquilotti nella figura del presidente Milone fa un elogio particolare all’ agenzia Zurich di Sarno,sponsor ufficiale della manifestazione che consente col suo sforzo l’ ottima riuscita del torneo e rinnova l’ appuntamento per l’anno prossimo con la speranza di coinvolgere non solo la Sarno calcistica. Foto: Michele Lanzetta

Articoli correlati

Tragedia dopo il brindisi in famiglia: si spara con il fucile da caccia

Redazione

Piogge e vento: la Protezione civile proroga l’allerta meteo in Campania

Redazione

Maltempo: per domani nuova allerta meteo in Campania

Redazione

Covid Sarno – Aumentano i positivi, 1 decesso e 3 persone ospedalizzate

Redazione

Sarnese, parla il capitano Ansalone Condemi

Redazione

Ospedale militare nell’Agro. La richiesta di Lucia Vuolo

Redazione