Notizie Primo Piano Cronaca Brevi

Tir in fiamme, l’ombra del racket delle estorsioni

Quattro tir incendiati nell’area industriale spunta l’ipotesi del racket delle estorsione. Oltre un milione di euro di danni tra i mezzi distrutti e la merce inservibile. Si indaga a tutto campo dopo il rogo che pochi giorni fa ha ridotto in cenere quattro autoarticolati carichi di merce. Gli investigatori hanno prelevato alcuni campioni trovati sul luogo e tutto è sotto verifica. L’intera area investita dalle fiamme è stata più volte messa sotto la lente di ingrandimento per rilevare ulteriori indizi utili alle indagini. Non si escludono però, per il momento, anche altre piste sulle quali si sta lavorando. I veicoli custoditi in un lotto dell’area Pip di via Ingegno, di proprietà di un imprenditore della zona, erano stati avvolti dalle fiamme in pochi minuti ed i vigili del fuoco avevano dovuto lavorare per diverse ore per cercare di circoscrivere il rogo evitando che raggiungesse altri mezzi e le aziende confinanti. Il sindaco, Giuseppe Canfora, accompagnato dal consigliere comunale Raimondo Milone, ha manifestato solidarietà ai titolari della ditta ed insieme ad una delegazione di imprenditori della zona ha incontrato il prefetto ed il il questore.

Articoli correlati

Bomba davanti al bar. Indagini a Scafati

Redazione

Ruba bancomat e preleva, nei guai 36enne di Sarno

Redazione

Blitz in corso nell’Agro, ingente spiegamento di forze dell’ordine

Redazione

L’ Agro si risveglia avvolto da una folta nebbia

Redazione

Scabbia all’ospedale, paziente contagia medici ed infermieri

Redazione

Coronavirus Campania: i dati aggiornati al 27 luglio

Redazione