Notizie Primo PianoAttualità

Sospensione o revoca? Il bando da 18 milioni fa discutere

Messa in dubbio la legittimità della procedura ed in extremis il sindaco dà disposizione per sospendere il bando rifiuti a poche ore dall’apertura delle buste. L’opposizione si solleva: “Va revocato, l’amministrazione sta solo prendendo tempo”. E’ lo strano caso della gara per l’appalto più grande del Comune di Sarno: il servizio di raccolta integrata dei rifiuti da 18 milioni di euro a base d’asta. Lunedì è scaduto il tempo per la presentazione della domande ed all’ente è arrivata un’unica busta. Oggi sarebbero dovute essere aperte le offerte, ma con ogni probabilità arriverà l’atto ufficiale che ancora si attende, a  bloccare tutto.  Il sindaco Giuseppe Canfora ha ritenuto opportuno sospendere per verificare la legittimità. “Come già preannunciato – così il primo cittadino – prima di esaminare il contenuto delle clausole contrattuali previste nel capitolato speciale, si è ritenuto opportuno e necessario, verificare la legittimità della procedura da un punto di vista tecnico e giuridico, rispetto a quanto previsto dall’art. 11 della legge regionale n. 5 del 24 gennaio 2014”. L’opposizione non è d’accordo e chiede la revoca perché il capitolato, che è quello della scorsa amministrazione, andrebbe rivisto nei costi, nelle norme di trasparenza sulle procedure di selezione pubblica. Giovanni Montoro, esponente di Rete Libera attacca. “La gara è in essere da 52 giorni e l’amministrazione comunale dovrebbe controllare gare di 18 milioni di euro e non aspettare l’ultimo giorno, dopo che sono state presentate le offerte. La nostra proposta è di revoca del bando, come previsto dalla normativa vigente e dal capitolato stesso di gara. Con l’annullamento si può procedere a modifiche che possano garantire maggiore trasparenza degli atti sulle procedure di assunzione del personale delle aziende appaltatrici, un aumento del livello di efficienza del servizio ed un  ridimensionamento dei costi. A quanto pare, il sindaco ha chiesto al dirigente di sospendere la gara al solo fine di controllarne la legittimità”.

 

 

 

Articoli correlati

San Marzano sul Sarno, percepivano il reddito di cittadinanza senza averne diritto

Redazione

L’Udc presenta modifiche al piano sosta. Ridotte tariffe ed abbonamenti

Redazione

Ladri di tombini in azione

Redazione

Luciano D’Amora, per tutti ‘u milanese, compie 80 anni.

Redazione

Comune contro Equitalia, il caso arriva ad Agorà | IL SERVIZIO VIDEO

Redazione

Covid in provincia di Salerno: i dati di tutti i comuni

Redazione