Brevi Cronaca Primo Piano Senza categoria

Si fingevano carabinieri per rapinare case e negozi. Arrestati

Si travestivano da Carabinieri per rapinare case e negozi, ma sono stati scoperti dai Carabinieri veri e arrestati. I militari della stazione di Napoli Marianella, a conclusione di indagini coordinate dalla Procura di Napoli, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Napoli nei confronti di 6 soggetti già noti alle forze dell’ordine per i reati di rapina, detenzione e porto abusivo d’arma da fuoco, sequestro di persona e detenzione illegale di segni distintivi in uso ai corpi di Polizia.

Le indagini dei militari hanno preso il via dopo la commissione da parte degli arrestati, lo scorso settembre, di una violenta rapina in ​un’​abitazione ​nel quartiere San Carlo ​all’​Arena.​ Uno di essi, travestito da Carabiniere, ha simulato di dover effettuare un controllo nell’abitazione​: appena è riuscito ad entrare nel cortile della villa ​è stato​ raggiunto di corsa gli altri quattro complici​, t​utti con il volto travisato da maschere “Anonym​o​us”​.

I rapinatori hanno puntato più volte una pistola alla tempia della vittima e l’hanno costretta a consegnare denaro, gioielli e orologi di valore​, fuggendo nelle campagne retrostanti. Le indagini sono state subito avviate dai militari della Stazione Napoli​ ​Marianella i quali, anche grazie alla visione di numerose telecamere di videosorveglianza, hanno identificato tutti i presunti responsabili e individuato i mezzi da loro utilizzati.​ 

Nel corso delle investigazioni i militari hanno ricondotto alla banda anche la commissione di un’altra rapina in ​un’​abitazione del quartiere Arenaccia​, anche in questo caso presentandosi come Carabinieri simulando una perquisizione domiciliare,​ e di una rapina commessa lo scorso ottobre in una sala scommesse di via Santa Maria a Cubito nel corso della quale avevano sottratto 5​mila euro.​  Le indagini hanno inoltre permesso di evitare che i componenti della banda riuscissero a portare a termine ulteriori furti e rapine in abitazione già pianificati.​ Le indagini proseguono poiché gli inquirenti ritengono che gli arrestati abbiano commesso ulteriori rapine con le medesime modalità.

Articoli correlati

VIDEO | Campania Alto Pregio: intervista alla Dott.ssa Paola De Roberto, Ideatrice progetto Percorsi d’acqua.

Redazione

Settimana per il Benessere Psicologico in Campania

Redazione

Agguato a finanziere, il compagno della ex lo aveva già aggredito

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy