Sarno Notizie
CronacaSalerno

Sequestrato impianto di macellazione a Mercato San Severino

Sequestrato un impianto di macellazione di capi di bestiame a Mercato San Severino

Inquinamento del Fiume Sarno: sigilli ad un intero impianto per la macellazione di animali. I militari dei Nucleo Carabinieri Forestale di Mercato San Severino, in provincia di Salerno, hanno dato esecuzione al provvedimento di sequestro di un complesso industriale esteso su di un’area di circa 3mila metri quadrati, destinato alla sosta e macellazione di capi di bestiame suini e bovini.

I primi accertamenti condotti dai militari – si legge in una nota a firma del procuratore di Nocera Inferiore, Antonio Centore – nell’ambito dell’attività di controllo denominata “Rinascita Sarno” volta al contrasto delle pratiche di gestione illecita dei rifiuti e degli illeciti sversamenti nei corsi d’acqua, avevano fatto emergere violazioni consistenti nel mancato rispetto delle prescrizioni tecniche contenute nel titolo autorizzativo.

Ulteriori indagini dirette dalla Procura di Nocera Inferiore hanno poi fatto emergere violazioni relative alla gestione dei reflui industriali e più precisamente I’assenza di autorizzazione allo scarico dei predetti reflui, in violazione quindi del Testo unico Ambiente. Alla luce delle evidenze emerse, quindi, il GIP presso il Tribunale di Nocera Inferiore, in accoglimento della richiesta della Procura, ha disposto che i militari ponessero sotto sequestro I’intero opificio. Da tempo le forze dell’ordine portano avanti i controlli per debellare l’inquinamento del fiume Sarno, uno dei più inquinati d’Italia e da sempre sotto la lente di ingrandimento.

Articoli correlati

Discarica che cresce nell’indifferenza

Redazione

Cavallo da carrozza muore sotto il sole cocente

Redazione

San Valentino Torio: emergenza furti, più controlli e barriere in autostrada

Redazione

Bilancio ok, ma sotto accusa la commissione finanze

Redazione

Torturata con una retina: preso ed espulso l’aggressore magrebino

Redazione

Covid-19: in Italia somministrate oltre 24 milioni di dosi, vaccinate più di 7,4 milioni di persone

Redazione