Notizie Primo PianoAttualità

Scuola Campania, chi rifiuta il test andrà lo stesso in classe

“Scuola, chi rifiuta il test andrà lo stesso in classe” Lo conferma al Mattino l’assessore regionale Lucia Fortini: «Non possiamo impedire a chi rifiuta il test – dice – di entrare in classe. Ma prevediamo sanzioni».

Test obbligatorio per tutto il personale scolastico della Campania. Una decisione che il governatore Vincenzo De Luca aveva anticipato pochi giorni fa e che ieri pomeriggio ha preso forma con l’ordinanza n.70 contenente «ulteriori misure di prevenzione dei contagi in vista dell’avvio dell’anno scolastico”. La Campania è così la prima regione a ordinare l’obbligatorietà dei test sierologici.

L’obbligatorietà dei test tra il personale della scuola trova favorevoli tutti i sindacati, convinti che in questo modo si possano arginare i contagi e offrire maggiore tutela della salute a personale e studenti. Per gli screening obbligatori c’è tempo fino al 21 settembre, tre giorni prima dell’apertura dell’anno scolastico, quando cioè i dirigenti scolastici dovranno raccogliere e segnalare alla Asl di riferimento i nominativi di coloro ancora non controllati.

Esenti, invece, chi ha effettuato il test sierologico e/o tampone diagnostico dopo il 24 agosto con esito negativo. Chi non si sottoporrà ai test rischia sanzioni da 400 a mille euro ma non gli sarà impedito di entrare a scuola e in classe. 

Articoli correlati

Minorenne ucciso a Napoli, il carabiniere: “Dispiaciuto per la morte”

Redazione

Mario Balotelli alla Sarnese? Il presidente Origo: “Ti aspettiamo….”

Redazione

Ambulanza bloccata, arrivano i carabinieri

Redazione

Piano traffico con meno incroci. L’assessore Salvato: “Miriamo alla sicurezza”

Redazione

Ladri di parcometri, distrutte le colonnine a Sarno

Redazione

Medico ospedaliero nei guai: risultava malato ma faceva visite nello studio privato

Redazione