Attualità Brevi Primo Piano

Scritte minacciose sui muri, l’autore ripreso dalle telecamere

Scritte minacciose sui muri, visionate le immagini delle telecamere. Sotto esame le nuove registrazioni, mentre rispetto ai fotogrammi già acquisiti dagli investigatori viene fuori l’azione di un solo individuo e non di un gruppo. Nelle immagini restituite dalle telecamere sia private che comunali dei passati raid notturni pare si veda un soggetto incappucciato muoversi tra le strade del centro cittadino imbrattando le facciate. Difficile risalire all’identità del responsabile. In ogni azione ha il volto coperto, sul capo un grosso berretto o il cappuccio di un giubbotto. E’ evidente che la mano sia sempre la stessa. Sotto verifica anche la grafia e già molte caratteristiche peculiari delle lettere impresse sui muri sono risultate simili. Quindi i tratti della scrittura sono riconducibili ad un solo autore: dalle prime scritte apparse inneggianti l’Isis ed Allah, alle offese contro il sindaco Giuseppe Canfora ed il Partito Democratico, altre frasi sotto le abitazioni degli assessori Eutilia Viscardi e Vincenzo Salerno, passando per i messaggi ad esaltare il Duce ed il fascismo. L’ultimo attacco vandalico risale a pochi giorni fa con messaggi di minacce: “Canfora infame per te le lame”. Una vicenda, questa, che si trascina da tempo da quando comparvero le prime iscrizioni il 6 febbraio. Fonte Il Mattino

Articoli correlati

La corte dei conti condanna la prima giunta Mancusi

Redazione

Tentato di rubare il motore del cancello, messi in fuga dal pastore tedesco

Redazione

Tir in fiamme, l’ombra del racket delle estorsioni

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy