Sarno Eventi

Sarno. Settembre al Borgo- l’Orchestra Laetamini incanta: “Pura emozione”

Sono iniziati i festeggiamenti in onore della Madonna Greca di Montevergine e di San Matteo Apostolo presso l’omonima Chiesa Madre della Città di Sarno. Malgrado la pioggia battente è stata registrata una significativa presenza di fedeli, accorsi numerosi ai piedi dell’antichissimo affresco.

Al termine della Celebrazione è stato il quintetto d’archi dell’Orchestra Giovanile “Laetamini in Domino” ad aprire l’annuale festa di “Settembre al Borgo”, alternando delle meditazioni Mariane con alcune delle più amate composizioni del Settecento Europeo. Nella prima parte, il pubblico ha assistito con visibile emozione all’esecuzione di tre celebri Ave Maria eseguite dal giovanissimo Soprano Mariagaia Caiazza, al termine delle quali l’ensamble orchestrale, formato dai giovani maestri Mariassunta Squillante, Alfonso Comunale (violini), Vincenzo Della Monica (viola), Manuel Attia (violoncello), Adriana Finamore (contrabbasso) e Celestino Pio Caiazza (organo e direzione) ha eseguito alcune tra le più suggestive composizioni di Vivaldi, Bach, Handel e Mozart.

Molto apprezzato dal pubblico è stato anche il finale a sorpresa, durante il quale alcuni coristi presenti tra il pubblico sono stati invitati dal giovane direttore a prendere parte all’esecuzione di un omaggio al Sommo Poeta Dante, intonando “Vergine Madre”, brano sacro del compositore M. Frisina su testo del XXXIII canto del Paradiso della Divina Commedia. Durante la serata non sono mancati diversi accenni alla storia dell’antica Chiesa Madre Sarnese, magistralmente esposti dalla giovanissima Benedetta Ruosi, che ha abilmente condotto il pubblico durante quest’ora di musica, arte e cultura.

“Sento di dover ringraziare innanzitutto il caro Don Roberto, a nome mio e di tutti gli amici della Laetamini in Domino” -esordisce il giovane maestro Rosario Galluzzo, Segretario Artistico dell’Associazione – “in una società che dà sempre meno spazio, sia fisico che figurato, a noi under 30, lui ha dimostrato di essere l’eccezione scommettendo su di noi, dandoci la possibilità di crescere attraverso una sede presso il Centro Pastorale Interparrocchiale, e coinvolgendoci costantemente durante le attività religiose e civili che costantemente propone, mediante il dinamismo che da sempre lo contraddistingue”.

“Quattro anni fa ricevemmo tantissimo calore dal pubblico proprio in questa chiesa: è emozionante constatare come tanti amici ci abbiano accompagnati e continuino a starci vicino dopo tutto questo tempo, superando anche condizioni atmosferiche particolarmente avverse come quelle di questa sera” – afferma il maestro Celestino Pio Caiazza, giovane direttore dell’ensamble- “siamo cresciuti, dopo quattro anni ci ripresentiamo in questo luogo di fede e devozione proponendo al pubblico l’ “Eine kleine nachtmusik” di Mozart, con un ensamble d’eccellenza composto interamente da giovani provenienti da varie zone della nostra bella regione. C’è tanto potenziale artistico in questa nostra terra, e vi è altrettanta sensibilità nei nostri concittadini verso questo tipo di iniziative: non ci resta che continuare a lavorare, crescere e seminare bellezza”. L’Orchestra ha dato appuntamento al pubblico a Sabato 11 presso il Museo Diocesano “San Matteo” di Salerno, all’interno del quale l’ensamble terrà degli intermezzi musicali per la presentazione del libro “Racconti a colori”, evento promosso dal dott. Lorenzo Basile, coordinatore del progetto “Favolando in Corsia”, e dal Dott. Vincenzo Cerrato, presidente VINCE Consulting e membro del comitato scientifico del Mu.Di.Sa.

Articoli correlati

Libri, mostre, incontri con giornalisti e scrittori. Parte SettembreLibri. Il calendario

Redazione

Caso Cirillo e Brigate Rosse, a Sarno il giudice Alemi

Redazione

Il nuovo direttivo della protezione civile: “Cresciamo insieme con lavoro e passione”

Redazione