Attualità Primo Piano

Sarno, Protocollo d’Intesa con Ascierto: ricerca e prevenzione

Sarno protocollo d’Intesa con Ascierto; ricerca, prevenzione, diagnosi, cure

 

Promuovere la ricerca clinica; contribuire alla realizzazione di programmi, progetti  finalizzati ad accrescere il benessere dei cittadini; fare prevenzione in tutti i settori della medicina in particolare immunologica, oncologica e virologica. Sono queste le linee principali del Protocollo d’Intesa tra il Comune di Sarno e la Fondazione Melanoma il cui presidente è il professor Paolo Ascierto. Direttore dell’Unità di Oncologia Melanoma, Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative dell’Istituto tumori Pascale di Napoli, Ascierto, insieme all’ospedale Cotugno, centro di riferimento regionale per l’emergenza coronavirus e specializzato in malattie infettive, ha curato il trattamento dei primi pazienti in Italia con il farmaco tocilizumab, utilizzato per la cura dell’artrite reumatoide, che sta dimostrato di essere efficace nel trattamento della polmonite interstiziale causata dal Covid-19, anche su altri pazienti curati in Italia.

 

Il sindaco Giuseppe Canfora ha spiegato quelli che sono gli obiettivi di ricerca, di prevenzione che sono alla base del Protocollo d’Intesa. “Il carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia e l’incremento dei casi sia sul territorio nazionale, sia in Campania, – si legge nel documento – è opportuno porre in essere forme di collaborazione istituzionale finalizzate a promuovere iniziative nei settori di reciproca competenza, a sensibilizzare l’opinione pubblica sul significato della prevenzione in tutti i settori della medicina in particolare immunologica, oncologica e virologica quale insieme di attività, azioni ed interventi attuati con l’obiettivo prioritario di promuovere e conservare lo stato di salute ed evitare l’insorgenza di patologie quali il Covid19 ed altre similari; avviare una ricerca relativa alla presenza nel profilo genetico della popolazione di Sarno del recettore Ace2, al quale si lega il SARS-CoV-2 al fine di discriminare la sintomatologia dei pazienti e predire il grado di insorgenza dell’infezione da Covid-19 in base all’affinità del virus al sito recettoriale”

 

 

 

Articoli correlati

Buongiorno con le notizie del giorno

Redazione

Ricostruzione e messa in sicurezza, ci farà i conti il nuovo sindaco

Redazione

Coronavirus, in Campania altri 12 contagi ed una vittima

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy