Sarno Notizie
CronacaNotizie Primo PianoSarno

Sarno, l’addio a Michele: “Ti vediamo volteggiare qui”

L’addio a Michele è straziante. Una morte che ha lasciato senza parole l’intera comunità

Le parole di Canzone di Vasco Rossi risuonano nel duomo di Episcopio a Sarno. I sogni di Michele Annunziata, 14 anni, sono rinchiusi in una bara bianca al centro della chiesa. Uno striscione con tutti i colori dell’azzurro del cielo apre l’ultimo saluto al giovane studente con la passione per la danza. Uno striscione attraversato dalla mamma Luisa Murano, dal papà Francesco, dalla sorella Ilaria e da tutti gli amici. Passi lievi, delicati e riservati come erano quelli di Michele nella vita e nella danza.

«Ti vediamo volteggiare anche qui, anche adesso». Dicono gli amici che indossano magliette bianche col volto del ragazzo, sorridente e timido, con gli occhi che sapevano parlare. Una chiesa gremita, il silenzio viene spezzato dai singhiozzi. Il dolore passa da una persona all’altra ed arriva fin sopra l’altare dove le parole si spezzano in gola nel ricordo del 14enne. L’addio a Michele è straziante. Una morte che ha lasciato senza parole l’intera comunità. E dal duomo tra palloncini bianchi, margherite e preghiere i “perché” restano sospesi a mezz’aria. Ha dovuto attendere giorni la famiglia prima di riavere il corpo del giovane. È stato eseguito ieri l’esame autoptico, ci vorranno 90 giorni per depositare i risultati ed avere dati sulla causa del decesso. Un mese di febbraio terribile per Michele, tra corse in ospedale, ricoveri, accesi in pronto soccorso e dimissioni.

Era stato ricoverato per accertamenti, poi dimesso. A fine febbraio di nuovo un malore, la corsa in pronto soccorso a Sarno e le dimissioni con cure domiciliari. Poi l’arrivo all’emergenza di Nocera Inferiore con mal di testa e vomito. E ancora l’epilogo terribile, un dramma inspiegabile per i genitori che hanno sporto denuncia subito. Sequestrate le cartelle cliniche con 15 medici indagati. Si tratta degli operatori sanitari del Martiri del Villa Malta di Sarno e dell’Umberto I di Nocera Inferiore che lo hanno avuto in cura il 14enne prima del decesso.

Articoli correlati

Famiglia sequestrata e rapinata in casa, anche due bimbi in ostaggio

Redazione

Buongiorno con le notizie del giorno

Redazione

S. Gennaro Vesuviano, al via il progetto culturale “La Bellezza Nella nostra Identità”

Redazione

Ottaviano, l’ultimo saluto a Luciano Bifulco

Redazione

Nocera Inferiore, non si ferma all’alt. Spari in centro

Redazione

Coronavirus – Donna positiva all’ospedale di Sarno

Redazione