Attualità Brevi Primo Piano

Sarno, il ministro in tour convoca i sindaci “Serve l’aiuto di tutti”

Un tour da Montoro a Castellamare di Stabia, passando per Mercano San Severino, Sarno, San Marzano sul Sarno e Scafati, per ascoltare la gente, sindaci, tecnici e amministratori e annusare l’ aria dell’ emergenza ambientale del fiume Sarno. Cosi come annunciato lo scorso 25 novembre, il ministro dell’ Ambiente, Sergio Costa,, accompagnato da Vera Corbelli, segretario generale dell’ Autorità distrettuale Bacino Mezzogiorno, ha effettuato un sopralluogo sul Sarno e i suoi affluenti: un ulteriore passo verso la creazione di un master plan con tutti gli attori impegnati nel percorso di disinquinamento del fiume, dai 42 sindaci, le tre Province, l’ Autorità di Bacino il parco regionale fino alla Regione Campania. Con il ministro i portavoce dei grillini di Camera, Senato, Regione Campania e dei Comuni attraversati dal tour. A Scafati il ministro Costa è arrivato sul Canale San Tommaso atteso dal prefetto Giorgio Manari, capo della commissione straordinaria. Il ministro Costa ha ascoltato Filomena Alma del comitato Cappelle ed oltre e Santa Cascone, ex assessore di Pompei. Richieste verifiche sui lavori dei collettori, sul rischio alla salute e sul Consorzio di Bonifica. A tutti Sergio Costa ha spiegato: «Il Sarno è uno dei fiumi più inquinati al mondo. Sono in tour per avviare un concreto piano d’ azione. Le competenze sono dei Comuni, i primi attori, delle Province, della Regione e, in maniera ridotta, dello Stato. Negli anni si è operato a spezzoni. C’ è così il problema del collettamento, della mitigazione del rischio idrogeologico, delle frane e del dragaggio. Il master plan è una regia ampia, guidata da me, che unisce gli attori allo stesso tavolo per ascoltare le istanze e stabilire chi fa cosa. Se qualcuno si tira indietro i cittadini saranno giudici. Da gennaio partiranno le convocazioni ai sindaci». Prima di Scafati a Montoro il ministro sentito la puzza e incontrato il sindaco Bianchino che ha raccontato gli sversamenti chimici nella Solofrana richiedendo anche la revisione del progetto Grande Sarno. A Sarno, sul rio Foce, con il ministro Costa le portavoci grilline al Senato, Luisa Angrisani, e alla Camera, Virginia Villani, ma non il sindaco Giuseppe Canfora e il presidente Parco regionale del fiume Sarno Antonio Crescenzo. «All’ ente spiega Crescenzo non è arrivato alcun invito. Penso che il percorso del ministro Costa sia giusto». In una nota il sindaco Canfora scrive: «Ignorati sindaco, assessori e consiglieri. Lascio ad altri ogni considerazione e speculazione. Spero che la visita del ministro porti benefici alla comunità». Nicola Sposato – Il Mattino

Articoli correlati

Calcio: 60 anni “Lega Nazionale Dilettanti”. Sibilia: “Un grande traguardo”

Redazione

VIDEO | Emergenza sicurezza: stanziati 165 mila euro in bilancio

Redazione

Buongiorno con le notizie del giorno

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy