Sarno Notizie
CronacaSarno

Sarno. Cadavere nel casolare, è giallo

Tanti gli interrogativi al vaglio degli inquirenti

Orrore a Sarno, rinvenuto un corpo in avanzato stato di decomposizione nei pressi dell’ospedale. Si ipotizza che il decesso risalga a circa 10 mesi fa, impossibile definire anche il sesso della salma. Saranno probabilmente gli esami medico legali a chiarire alcuni dati. Il macabro rinvenimento è avvenuto nella mattinata di ieri.

Tanti gli interrogativi, come le ipotesi al vaglio degli inquirenti. Si suppone anche che possa trattarsi di un paziente dell’ospedale che, una volta firmate le dimissioni, si sia rifugiato nel casolare accanto al presidio ospedaliero.

Le indagini

Saranno passate in rassegna anche le cartelle di dimissioni volontarie. Un vero e proprio mistero avvolge l’intera vicenda.
La scoperta è avvenuta per caso: un uomo, guardia agro-forestale, camminando accanto all’area tra l’ingresso dell’ospedale e della casa in costruzione, ha avvertito un forte tanfo proveniente dal lungo viale che conduce al presidio Martiri del Villa Malta.
L’uomo si è sporto ed ha capito che lo strano olezzo proveniva dalla casa. «In mattina ho fatto un giro di controllo nella zona perché spesso vengono abbandonati rifiuti – ha spiegato l’uomo – ho avvertito un odore molto forte, pensavo come al solito che si trattasse di immondizia sversata nelle aree adiacenti l’ospedale. Mi sono addentrato ed ho visto il corpo. In realtà quello che rimane. È in avanzato stato di decomposizione. Ho subito allertato le forze dell’ordine».

Adagiato a terra, girato su un fianco, indossava un pigiama ed una pantofola, l’altra invece è stata ritrovata, durante le verifiche, nell’area antistante la casetta in via di ultimazione. Sul posto sono arrivati i carabinieri della locale stazione, diretti dal comandante Gennaro Amoruso, intervenuti il vice comandante Antonio Nasti, la sezione scientifica dell’Arma di Nocera Inferiore, il medico legale ed il magistrato di turno della Procura di Nocera Inferiore. Effettuati i rilievi del caso ed un primo esame esterno del corpo. Dalle prime risultanze, non vi sarebbero evidenti segni di violenza anche se non si esclude che possa essere stato ucciso, picchiato o anche portato nel casolare in un secondo momento. Impossibile per il momento identificare la vittima.

Il decesso risalirebbe a circa 10 mesi fa. Sarebbe stata avviata anche una verifica che per ora non ha dato alcun estinto, sulle denunce di scomparsa nel relativo arco di tempo. Tra le varie ipotesi anche che si possa trattare di un paziente dell’ospedale sarnese. Una persona, forse un senzatetto, che potrebbe aver firmato le dimissioni rifugiandosi subito dopo nell’edificio a pochi passi dal nosocomio. Non è escluso che possa trattarsi di una persona extracomunitaria.

Articoli correlati

La cultura della legalità contro omertà e mafia

Redazione

Ospedale di Sarno, arriva Sosto per le soluzioni

Redazione

Campania zona gialla, ordinanza di De Luca: in classe le terze elementari

Redazione

Sarnese, Condemi si presenta: “Col Pomigliano dobbiamo fare risultato”. Anche Ottobre va via.

Redazione

Casi Covid all’ospedale di Sarno, chiuso il pronto soccorso

Redazione

Sarno, Oasi Voscone: percorsi, sentieri e aree pic nic

Redazione