Sarno redazionale Salerno

Sarno, 5 Maggio 1998 – L’estremo sacrificio di Marco: salva un bimbo e muore

Frana del 5 maggio 1998 a Sarno. L’estremo sacrificio di Marco: salva un bimbo e muore

Il vigile del fuoco Marco Mattiucci, sperando che Sarno possa ricordarlo più spesso e raccontare di lui, del suo spirito di sacrificio, alle nuove generazioni.

Il 5 maggio 1998, giovane, forte e tanto coraggioso, arrivò ad Episcopio per aiutare la popolazione. Dopo poco, ricevette l’ordine di ritiro perché c’era un pericolo imminente nella zona dove si trovava.

Ignorò l’ordine, rifiutò di abbandonare il posto e rimase a soccorrere altre persone, tra cui un bambino, che riuscì a mettere in salvo. Subito dopo fu travolto da un’onda di fango e rimase intrappolato nel suo mezzo.

Restò così per oltre 12 ore. Sveglio e lucido, col corpo massacrato dal peso del fango e delle lamiere. Recuperato e liberato il 6 maggio, arrivò in ospedale in condizioni gravissime.

“Per gli altri” rappresentò il valore della divisa che indossava e l’ultimo suo viaggio. Sacrificò i suoi 30 anni, i suoi sogni, i suoi progetti per questa città. Grazie Marco, Eroe e Medaglia d’Oro al Valor Civile.

Il direttore Rossella Liguori 

Articoli correlati

Covid – Contagi inarrestabili, a Salerno chiudono spiagge, strade e piazze

Redazione

Come procede la campagna vaccinale a Sarno? Lo spiega il dottor Antonio Bello

Redazione

Organizzano partita di calcio a Sala Consilina: denunciati dai Carabinieri

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accetta Leggi

Privacy & Cookies Policy