Sport

Sarnese sfortunata: ancora un pari

Sarnese-Centro Storico Salerno 0-0

Una Sarnese sfortunata non riesce a portare a casa la posta in palio. I granata dividono un punto con il Centro Storico Salerno, anche se hanno creato tante occasioni, difettando, però nella mira. Gli ospiti, in questo valzer dello spreco, hanno provato a concretizzare, ma senza esito, le poche puntate offensive defatiganti. La squadra di Vitter ha sfoggiato il talento di Sheriff e Lamin, ma la loro fantasia non ha fatto da ariete. I padroni di casa partono con il piede giusto e, al 4’, Pivetta, dall’out destro, crossa un pallone d’oro per Guzzi che, praticamente, fallisce un rigore in movimento. Al 6’, ancora Pivetta replica il cross e lo stacco di Sheriff si spegne sul fondo. Al 12’, Guzzi ci prova dal limite e guadagna un corner. Al 13’, il Centro Storico sfiora il colpaccio. Su una punizione, Spetrini riceve, entra in area e colpisce il palo. Al 15’, Pivetta, sempre dal limite, impegna Coscia. Al 30’, Scippa, da sinistra, crossa ancora per la testa di Sheriff e l’incornata supera di poco la traversa. Al 44’, Squitieri, sempre da sinistra, centra per Sheriff e nuova incornata sul fondo. La Sarnese macina gioco, ma rischia per la sua scarsa vena offensiva. La ripresa non cambia il tema. Al 6’, Longobardi cerca la botta secca da fuori, ma è impreciso.

Al 17’, Salzano, in ripartenza, supera tutti, anche Cacace, ma non coglie la porta. Altra doccia fredda risparmiata. Al 19’, Casillo, appostato sul secondo palo, riceve un’altra palla d’oro, ma tira rasente il palo. Al 22’, Trapani triangola con Squitieri che spara addosso a Coscia. Sulla replica, Polverini prova una soluzione dalla distanza, ma è fuori. Al 24’, Squitieri ruba palla sulla sinistra, entra in area e colpisce il palo. Non è giornata per gli attaccanti locali. Al 26’, su calcio d’angolo, Guzzi manda ancora alto di testa. Al 35’, l’ultimo sussulto è di Salzano che si invola, ma è bravo Cacace a chiudere lo specchio della porta.

La Sarnese continua il possesso palla fino al triplice fischio, ma senza risultato, nonostante la nuova verve del neo entrato Lamin.

Gaetano Ferrentino

Tabellino

Sarnese (5-3-2): Cacace, Pivetta, Scippa, Scala, Tomacelli, Longobardi (41’ st Esposito), Guzzi (44’ st Annunziata), Casillo (37’ st Pappacena), Sheriff, Trapani, Squitieri (32’ st Lamin). A disp.: Landi, Zito, Vincenti, Di Capua, Tortora. All.: Vitter

Centro Storico Salerno (4-4-2): Coscia, truono, Petrullo, Comuneale, Melchiorre, Toscano, Sorrentino, Polverino (41’ st Spero), Picariello (35’ st Giordano), Saòzano, Spetrini (37’ pt Canale). A disp.: Scoppetta, Bastaevi, Natella, Voto, Mogavero. All.: De Palma.

Arbitro: Onorato di Nola Note: spettatori 300 circa. Ammoniti: Annunziata, Coscia, Comunale e Giordano. Angoli 3-2 per la Sarnese. Recupero: 1’ pt, 3’ st.

Articoli correlati

Poker delle granatine.

Redazione

Nuova Pallacanestro Sarno superstar: è la diciottesima vittoria consecutiva

Redazione

Sarnese corsara a Nardò: due reti per un buon inizio

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy